“Quali risorse sono state stanziate dalla Regione per potenziare il servizio sanitario?”

Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d’Italia) con un’interrogazione rivolta alla Giunta regionale ritorna sul comparto sanitario della nostra regione alle prese con la seconda ondata del COVID-19.

Riferendosi infatti a quanto disposto dal decreto legge “Cura Italia” dello scorso marzo , il consigliere piacentino rimarca come le norme per il potenziamento del servizio sanitario nazionale “avessero lo scopo di incrementare le risorse destinate alla remunerazione delle prestazioni di lavoro straordinario del personale sanitario dipendente delle aziende e degli enti del Servizio sanitario nazionale direttamente impiegato nelle attività di contrasto all’emergenza epidemiologica determinata dal diffondersi del COVID-19”. Secondo tale provvedimento, continua l’esponente di Fratelli d’Italia, “i fondi contrattuali per le condizioni di lavoro della dirigenza medica e sanitaria dell’area della sanità e i fondi contrattuali per le condizioni di lavoro e incarichi del personale del comparto sanità dovevano essere complessivamente incrementati per ogni regione e provincia autonoma”.

Tagliaferri, in considerazione di queste disposizioni legislative ma soprattutto dell’incidenza che il virus ha avuto anche in questa seconda ondata nella nostra Regione che “è risultata tra le più colpite per numero di contagi, numero di morti e con un’ospedalizzazione elevatissima se si calcola l’incidenza ogni 100 mila abitanti”, rileva come sia più che evidente che “non è stato previsto un incremento sufficiente del personale sanitario, tanto che, in questo momento, il comparto sanitario è sottoposto, senza tregua, a turni massacranti, stress familiare e molti operatori continuano ad ammalarsi”.

In ragione dello scenario delineatosi e del DL “Cura Italia” dello scorso marzo, il consigliere chiede quali risorse proprie siano state destinate dalla Regione Emilia-Romagna al potenziamento del proprio sistema sanitario e “quali azioni siano state messe in campo per spendere le risorse stanziate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.