Rancan (Lega) “Banca del plasma, colpevole ritardo della Regione: persi due mesi”

Più informazioni su

“Sulla terapia al plasma iperimmune la Regione ha dormito, così come ora sta dormendo sull’utilizzo dell’idrossiclorochina come cura per il Covid”.

Così il capogruppo della Lega ER, il piacentino Matteo Rancan, questo pomeriggio in aula ha replicato al sottosegretario alla presidenza della Giunta Davide Baruffi che, nel rispondere a un’interpellanza presentata dal gruppo Lega lo scorso 26 agosto, ha fatto il punto sullo stato della sperimentazione.

“Al 25 ottobre abbiamo sottoposto al test 59mila donatori. I positivi con titolo adeguato saranno arruolati per dare vita alla banca del plasma, insieme a chi ha sviluppato gli anticorpi recentemente” ha spiegato Baruffi. “Abbiamo completato il percorso e le singole realtà si stanno organizzando attraverso le Covid unit. Sono state chiamate 1300 persone per effettuare i test preliminari alla donazione” ha proseguito. Una risposta che non ha soddisfatto il capogruppo del Carroccio, che ha accusato la Regione di un “estremo ritardo” che la comunità rischia di pagare in termini di vite umane.

“Da maggio ci battiamo per la banca del plasma e all’inizio ci era stato detto che non sarebbe servito a nulla. Poi il contrordine, che ha fatto sì che la Giunta Bonaccini cambiasse rotta. Ma ora che la seconda ondata di Covid ci ha investito non siamo pronti perché abbiamo perso tempo” ha accusato Rancan invitando la Regione a evitare “tentennamenti” e a “garantire le cure a tutte quelle persone, affette da gravi malattie croniche, che ora per paura o a causa delle restrizioni a causa del Covid, non possono essere curate”.

“Dobbiamo agire seguendo tre direttrici: una sanità territoriale che non veda chiudere gli ospedali di prossimità, plasma iperimmune e utilizzo dell’idrossiclorochina, medicinale che si sta dimostrando efficace nella cura domiciliare dei pazienti affetti da Covid. Tre azioni che possono salvare tante vite umane” ha concluso Rancan.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.