Torna la protesta “Piacenza non morirà un Dpcm alla volta”. Le forze dell’ordine si tolgono il casco foto

“Piacenza non morirà un DPCM alla volta”. E’ il messaggio di uno degli striscioni esposti a Piacenza durante la nuova protesta contro le ultime misure restrittive imposte dal governo Conte per fronteggiare la seconda ondata del virus.

Come già accaduto una settimana fa, gestori di palestre e centri sportivi, ristoratori, baristi, commercianti sono tornati a manifestare sul Pubblico Passeggio. L’appuntamento era per le 19 all’ingresso del Pubblico Passeggio, ma ci sono stati subito momenti di tensione: le forze dell’ordine hanno chiarito che la manifestazione doveva avvenire in forma “statica”, senza cortei, mentre i manifestanti erano intenzionati a recarsi nuovamente verso piazza Cavalli come lo scorso lunedì.

“Questa è la nostra città, non andremo mai a rompere i vetri e a fare danni” – hanno detto, invitando le forze dell’ordine, presenti in tenuta antisommossa, a togliersi il casco. Cosa che carabinieri e polizia hanno fatto, tra gli applausi dei presenti. Nonostante questo i manifestanti hanno continuato a ribadire l’intenzione di voler manifestare lungo le vie della città: “Siamo persone oneste, paghiamo le tasse e adesso ci troviamo senza lavoro, non è contro di noi che vi dovete schierare” – hanno detto.

VIDEO – CARABINIERI E POLIZIA SI TOLGONO I CASCHI

Il gruppo, composto da alcune centinaia di persone, invece di scendere lungo il Corso, ha risalito il Pubblico Passeggio, passando per vie traverse e in via Santa Franca, continuando a scandire grida di protesta e applaudendo, riuscendo alla fine ad arrivare in Piazza Cavalli (foto sotto).

Manifestazione 3 novembre

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.