Trasporto pubblico, Tagliaferri (FdI) “Rimborso per chi non usufruisce del servizio”

Con un’interrogazione Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d’Italia chiede “l’intervento del governo regionale per garantire, attraverso Seta e Tper, il rimborso del costo dell’abbonamento del trasporto pubblico agli studenti, e in generale agli utenti, che non hanno usufruito del servizio”.

Il consigliere piacentino sottolinea infatti che “a molti studenti è stata riattivata la modalità di didattica a distanza, e sono quindi nuovamente a casa. Ragazzi che hanno sostenuto anticipatamente i costi per l’abbonamento ad autobus e treno”. Tagliaferri, nel rilevare che “siamo ora in una fase acuta e tutta la preoccupazione e le energie sono rivolte come è normale che sia all’aspetto sanitario”, chiede di “andare incontro alle famiglie di questi giovani”. Nell’atto si evidenzia che “Seta e Tper alla domanda di rimborso hanno riferito che l’attuale regolamento non lo prevede”.

Posizione duramente criticata dal consigliere di destra: “A settembre e ottobre i mezzi erano stipati (quindi in numero insufficiente) e ora non si prevedono rimborsi, qui c’è poca lungimiranza (non si può certo parlare di cittadini troppo esigenti)”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.