Una messa in San Giovanni per la “Virgo Fidelis” dei carabinieri foto

L’Arma festeggia la “Virgo Fidelis”, patrona di tutti i carabinieri e commemora l’anniversario della “Battaglia di Culqualber”. Sabato mattina, nella chiesa di San Giovanni in Canale, si è svolta la Santa Messa celebrata dal parroco Don Riccardo Lisoni.

La celebrazione della “Virgo Fidelis” risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis – Patrona dei Carabinieri” fissandone la ricorrenza al 21 novembre data cui la cristianità celebra la festa liturgica della Presentazione di Maria Vergine al tempio ed anniversario della “Battaglia di Culqualber”. Il 21 novembre 1941, infatti, ebbe luogo una delle più cruente battaglie in terra d’Africa, nella quale un intero Battaglione di carabinieri si sacrificò nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Quei caduti sono andati a far parte della folta schiera di carabinieri che, in pace ed in guerra, hanno saputo tener fede al giuramento prestato fino all’estremo sacrificio. Alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri fu conferita, per quel fatto d’arme, la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla prima guerra mondiale.

Alla celebrazione, per l’attuale situazione di emergenza sanitaria, nel rispetto scrupoloso delle prescrizioni sanitarie volte al contenimento epidemiologico, nonché del protocollo cui ottemperare per l’accesso ai luoghi di culto in occasione di celebrazioni liturgiche, hanno preso parte solamente i Comandanti dei Reparti dipendenti dal Comando Provinciale di Piacenza con alcuni militari di rappresentanza e il Presidente della Sezione A.N.C di Piacenza. (nota stampa)

Il messaggio del Sindaco Patrizia Barbieri in occasione della ricorrenza della Virgo Fidelis, festività patronale dei Carabinieri

Nella ricorrenza della Virgo Fidelis, festività patronale dei Carabinieri, il Sindaco e Presidente della Provincia Patrizia Barbieri coglie l’occasione per sottolineare la gratitudine dell’intera comunità piacentina nei confronti dell’Arma, “sempre in prima linea a tutela della sicurezza e della convivenza civile, anche nelle fasi più critiche dell’emergenza sanitaria. La dedizione, lo spirito di servizio nei confronti della collettività, l’impegno e la professionalità di coloro che quotidianamente onorano questa divisa, sono punti di riferimento imprescindibili per tutti i cittadini. In questa giornata così significativa, so di dare voce a un sentimento condiviso nell’esprimere profonda riconoscenza al comandante provinciale, colonnello Paolo Abrate, alle donne e agli uomini dell’Arma operanti sul nostro territorio, e a tutte le forze dell’ordine, cui ci rivolgiamo sempre con fiducia come presidio di legalità e senso civico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.