Al Garilli contro la Pro Sesto il Piace cerca continuità

E’ chiamato a dar seguito alla positiva prestazione di Como il Piacenza che torna sul terreno di casa del Garilli per affrontare la Pro Sesto (domenica, ore 15).

Il punto ottenuto nel posticipo di lunedì sera se da un lato muove di poco la classifica – i biancorossi restano al penultimo posto in classifica, anche se con una gara da recuperare – dall’altro ha interrotto il filotto negativo di tre sconfitte consecutive portando un po’ di positività e fiducia in un gruppo che ha dovuto fronteggiare tanti problemi dovuti al Covid. Situazione di emergenza non ancora superata, con Manzo che dovrà di nuovo fare di necessità virtù: il tecnico, intenzionato a riproporre il 3-5-2 varato a Como, recupera Pedone e Simonetti dopo il turno di squalifica, ma deve fare i conti con la pesante assenza di Corradi, out per un problema al ginocchio; non ci sarà nemmeno Lamesta e sono da valutare anche le condizioni di Heatley, partito titolare lunedì sera.

Verso il reintegro D’Iglio, Gonzi e Saputo, che in ogni caso partiranno dalla panchina, mentre a centrocampo ritornerà Palma. “E’ una partita complicata – le parole del tecnico biancorosso alla vigilia – affrontiamo una squadra in salute. Noi però siamo tranquilli, consapevoli di dover fare una gara importante: ho visto bene i ragazzi in settimana, siamo riusciti ad allenare una ventina di giocatori e questo è importante, sicuramente faremo un’ottima prestazione. Sappiamo che dovremo correre tanto ed essere bravi nel palleggio per superare la prima pressione avversaria e cercare poi di finalizzare al massimo tutto quanto costruiamo. Il 3-5-2 ha dato certezze, daremo continuità a questo modulo anche per questa gara”.

La Pro Sesto, che veleggia nelle parti alte della classifica con 23 punti, è reduce dal ko nel recupero di giovedì contro il Como che ha fermato una serie di ben sette risultati utili consecutivi. “Affrontiamo un avversario che non va assolutamente sottovalutato – inquadra la gara il tecnico Parravicini nelle parole riportate dai sito della società -. Ho visto anche l’ultima partita proprio contro il Como: sono una squadra ben allenata, costruita con un mix di giocatori esperti e giovani di prospettiva. La prepareremo al meglio: anche se il tempo per recuperare è poco sono convinto che potremo andare là e fare bene”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.