Caso “Levante”, il Nuovo sindacato carabinieri si costituisce parte civile

Il Nuovo sindacato carabinieri (Nsc) presenterà la costituzione di parte civile al Gip del Tribunale di Piacenza durante l’udienza del 14 dicembre, quando il giudice Fiammetta Modica, deciderà sulle richieste di rito alternativo presentate dagli imputati, tra i quali i carabinieri della stazione Levante, sequestrata a luglio per i gravi reati commessi dai militari, a vario titolo accusati tra l’altro di tortura, spaccio, abuso d’ufficio.

Per la risonanza nazionale dei fatti, la costituzione è firmata da Massimiliano Zetti, segretario generale Nsc, rappresentato dall’avvocato Maria Grazia Russo del foro di Ravenna. «L’indagine Odysseus – scrive Andrea Becchio, segretario provinciale – ha restituito una realtà agghiacciante, con la scoperta di un vero e proprio gruppo criminale operante direttamente all’interno dell’Arma. I reati contestati evidenziano come alcuni carabinieri abbiano infangato l’impegno e il valore di tutti gli appartenenti all’Arma che invece quotidianamente onorano la divisa che indossano».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.