Controlli della polizia non solo covid: 6 arresti e 12 denunciati fotogallery

Più informazioni su

Si sono intensificate le attività di controllo della questura di Piacenza, disposte di concerto con la Prefettura.

Un’attività mirata sia a vigilare sul rispetto delle restrizioni anti covid, che al presidio il territorio. Nelle ultime tre settimane sono stati impiegati 672 uomini – tra Digos reparti delle Volanti e squadra mobile, reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia – per 336 servizi, oltre 100 alla settimana. Sono state 2405 le persone controllate, di cui 40 sanzionate per la normativa anticovid, mentre una persona è stata denunciata per violazione della quarantena. Sette gli esercizi commerciali controllati: in uno di questi, un hotel, è risultata essere in corso una cena di compleanno. I partecipanti, 13 in tutto, sono stati sanzionati: la normativa prevede la possibilità di consumare pasti in strutture ricettive solo per gli ospiti pernottanti. Eccezione che la polizia, dopo gli accertamenti del caso, non ha confermato, in quanto i 13 sanzionati non erano registrati per la notte.

In seguito a controlli sono stati individuati dieci cittadini stranieri per i quali è stata disposta l’espulsione (in cinque casi) oppure l’ordine del questore a lasciare lo Stato (in quattro casi); nei confronti di un cittadino comunitario è stato disposto l’allontanamento. La divisione anticrimine inoltre ha comunicato quattro avvisi orali e sei fogli di via. Sei le persone arrestate in queste settimane: il piromane fermato nei pressi del mercato ortofrutticolo, un ragazzo arrestato per droga, i quattro arrestati all’Infrangibile dopo l’assalto a Norauto. Altre 12 persone sono state invece denunciate (tra queste i ragazzi trovati in compagnia del giovane spacciatore nei giorni scorsi).

“In un periodo difficile di emergenza sanitaria – sottolinea la questura – l’attività della polizia si è concentrata non solo sul rispetto delle varie normative anticontagio, ma ha svolto anche un’efficace attività di controllo del territorio, con grande attenzione alle periferie, individuando situazioni di disagio come al mercato ortofrutticolo. La squadra mobile nei giorni scorsi ha arrestato il responsabile di una serie di incendi. Non è venuta meno anche l’attività di prevenzione, con il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, senza trascurare impiego della sicurezza pubblica. Vanno sottolineato i ruoli importanti svolti dal reparto prevenzione crimine, che il Ministero mette a disposizione settimanalmente, e che nei giorni scorsi è stato impiegato anche a Castelsangiovanni, così come dalla Digos, che ha svolto un’efficace attività di mediazione in situazioni delicate legate alla logistica. Piacenza sta rispondendo bene a tutte queste attività, finalizzate a reprimere ma anche a sensibilizzare la cittadinanza. Dobbiamo infine ringraziare proprio i cittadini, che spesso forniscono pronte segnalazioni e ci consentono di intervenire prontamente; di questo siamo grati”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.