Ecco le nuove palestre nell’ex laboratorio Pontieri “Il covid non ci ha fermati” foto

Taglio del nastro per le palestre nell’ex laboratorio Pontieri.

Un progetto molto atteso dalla città di Piacenza che finalmente si concretizza, con il finanziamento di 4 milioni di euro da parte della Provincia (con il contributo della Regione di un milione e mezzo) e grazie all’accordo raggiunto tra l’ente di corso Garibaldi, Agenzia del Demanio e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Gli spazi così recuperati saranno a disposizione non solo degli studenti ma anche al mondo dello sport piacentino, dando una risposta concreta alle esigenze della comunità locale. I lavori si sono conclusi quest’anno e come ha sottolineato il presidente e sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, “il covid non ci ha fermati”. Ora l’auspicio è che i ragazzi delle scuole superiori, in procinto di riprendere le lezioni in presenza, possano usufruire di questi nuovi spazi già dal prossimo gennaio, ovviamente virus permettendo.

VIDEO

All’inaugurazione erano presenti, oltre a Barbieri, anche il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale Davide Baruffi, il Vescovo di Piacenza-Bobbio S.E. Mons. Adriano Cevolotto per la benedizione, l’ex presidente della Provincia,
Francesco Rolleri, ora alla guida di Confindustria, e che ha dato il via al progetto anni fa, il delegato provinciale Coni Robert Gionelli. Sono intervenuti anche la dirigente scolastica dell’Istituto ‘G.D. Romagnosi’ Cristina Capra e il dirigente scolastico del Liceo ‘M. Gioia’ Mario Magnelli, in rappresentanza del corpo docente delle due scuole erano presenti il professor Mario Dadati dell’Istituto ‘G.D. Romagnosi’ e il professor Carlo Omati del Liceo ‘M. Gioia’, insegnanti di educazione fisica: insieme a loro la karateka Giulia Ghilardotti, studentessa del ‘Romagnosi’, e l’ostacolista Matteo Milani, studente del ‘Gioia’.

Le palestre

Le due palestre – L’intervento in oggetto è consistito nella demolizione di due vecchi edifici ex militari, a cui ha fatto seguito la realizzazione di due nuove palestre presso l’area ex demaniale di proprietà della Provincia di Piacenza sita tra viale Risorgimento e Largo Brigata Piacenza. E’ nato quindi un nuovo impianto sportivo costituito da due nuove palestre e da una zona centrale di servizio ospitante l’ingresso principale e i locali spogliatoi/servizi igienici e i locali tecnici. La struttura portante e il tamponamento perimetrale sono in legno lamellare, con pannelli posati a secco e isolati con 28 cm di isolante interno. Esternamente è stato realizzato un ulteriore cappotto isolante. La fondazione è a platea di calcestruzzo armato supportata da n.188 pali di profondità pari a 12,5m e di diametro variabile da 24 a 26 cm. Il nuovo complesso ha una superficie totale di circa 2.000,00 mq, con altezze esterne variabili da 8,80 a 10,80 metri. L’altezza utile minima interna è di 7,15 metri, in conformità con quanto stabilito dalle norme tecniche del CONI.

Le due palestre hanno una identica superficie utile per i campi di gioco, pur avendo dimensione complessive differenti. In particolare la palestra grande, che ospiterà 200 posti a sedere, ha una superficie utile pari a 960 mq ed è divisibile mediante idoneo telone avvolgibile comandato elettricamente, in modo da consentire contemporaneamente la presenza di due classi/gruppi sportivi. Entrambe sono dotate di idonea pavimentazione sportiva in parquet, sono attrezzate per il gioco della pallavolo e della pallacanestro. L’edificio è dotato di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, con 25 kW di picco per una superficie di 200 mq. circa. L’impianto di riscaldamento, idoneo anche alla produzione di acqua calda sanitaria, è collegato alla rete cittadina di teleriscaldamento. Il riscaldamento degli ambienti interni è assicurato mediante pannelli radianti a pavimento, mentre i ricambi sono garantiti da unità di trattamento aria con recuperatori di calore dell’aria espulsa.

Gli impianti di illuminazione interno ed esterno sono di tipo a led allo scopo di contenere ulteriormente i consumi energetici. La nuova edificazione si inserisce nell’area di complessivi 4.700 mq trasferiti dall’Agenzia del Demanio alla Provincia di Piacenza nell’ambito dell’accordo di valorizzazione del comparto ex Pontieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.