I volti del volontariato piacentino in un video “Presenti anche nell’emergenza”

“Insieme possiamo, con il volontariato”. È  questo lo slogan scelto per la 35esima Giornata internazionale del Volontariato, celebrata il 5 dicembre.

Fra le iniziative in programma a Piacenza, organizzate da Csv Emilia, anche il video “La libertà di una scelta – Piacenza e i suoi volontari” (GUARDALO QUI) con 24 volti e voci di persone impegnate a sostegno della nostra comunità. “È la risposa orgogliosa che la rete del volontariato piacentino ha dato anche in quest’anno durissimo, offrendo risposte immediate e concrete – il commento di Csv Emilia, che presenta alcuni dati relativi al mondo del volontariato e dell’associazionismo del territorio.

“La provincia di Piacenza – si legge in una nota – conta su 511 associazioni iscritte ai registri, di cui 243 organizzazioni di volontariato e 268 associazioni di promozione sociale”. Per quanto riguarda l’impegno durante la pandemia, Csv Emilia fa sapere che con il servizio di consegna farmaci a domicilio – dalla metà di marzo a metà giugno – “i volontari (complessivamente una trentina) hanno percorso in tutto oltre 10.000 km raggiungendo 1.000 cittadini. Si tratta – spiega Csv – di un servizio attivato per le persone e le famiglie in quarantena, isolate o impossibilitate ad uscire di casa, e per i pazienti più fragili, primi tra tutti anziani e malati cronici. E’ stato promosso dall’Azienda Usl di Piacenza, insieme alla sede di Piacenza di CSV Emilia, e garantito dai volontari di Croce Rossa, Avo e Gaps, affiancati per alcune zone dalla Pubblica assistenza Val Vezzeno, Barbari Odv e le sezioni Avis di Carpaneto, Lugagnano e Podenzano”. “Per le spese legate all’emergenza covid, relative al periodo marzo-agosto, – continua la nota – l’Emilia Romagna ha supportato il terzo settore con un bando: a Piacenza sono stati ammessi finanziamenti per 29 associazioni per un totale di 135mila euro”.

Se nella prima fase emergenziale le associazioni di volontariato, pur garantendo un importante servizio, avevano necessariamente ridotto il proprio impegno, in autunno l’attività è tornata quasi a pieno regime, seppur ricalibrata su nuove modalità operative. “A novembre il 78% delle associazioni è operativa mentre ad aprile operava solo il 48% – spiega Csv Emilia -. Gli enti che si dichiarano attivi in questa seconda fase di emergenza sanitaria corrispondono infatti al 78.2%, principalmente attraverso nuove modalità e utilizzo di piattaforme online/telefono oltre alle consuete modalità. Alcuni sottolineano come le attività consuete continuino ma sono parziali, ridotte, con minore accesso di utenti – conclude la nota -. Alcune associazioni, invece, continuano a lavorare per adeguare spazi, ripensare, riprogrammare le attività in vista della primavera 2021”.

I protagonisti del video “La libertà di una scelta – Piacenza e i suoi volontari”

Anna Leonida e Adele Boncordo – Associazione I Nuovi Viaggiatori

Celestina Viciguerra – Il Circolino

Daniele Righi e Paola Vincini -Abracadabra Progetto Famiglie

Davide Bongiorni – Pubblica Assistenza Croce Bianca Piacenza

Ellen Dedaa Owusu – AUSER Piacenza

Ernesto Carolfi – Confraternita di Misericordia Piacenza

Federico Tosca – Africa Mission Cooperazione e Sviluppo

Flori Vasilas e Claudio Cristea – Croce Rossa Italiana Comitato di Piacenza

Francesca Molinari – GASB Gruppo attivo di solidarietà dal basso

Francesco Marchini e Giacomo Rossetti – Agesci

Giovanna Vezzoso – Centro di Solidarietà della Compagnia delle Opere di Piacenza

Giovanni Orsi – Emporio Solidale Piacenza

Jolana Obdrzalkova – ABIO Ass. Bambino in Ospedale

Loris Burgio – Fareambiente Laboratorio Verde Piacenza

Matteo Lombardi – Associazione Genitori Piacenza4

Roberto Grassi -Gruppo cinofilo La Lupa

Sara Nouader- AS.SO.FA.

Silvia Benedetti- A.C.I.S.J.F. Protezione della Giovane

Tiziana Di Sevo e Maria Grazia Porcari- GAPS Gruppo Accoglienza Pronto Soccorso

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.