“Covid, siamo pronti a vaccinare tutti i piacentini entro il 2021. Prime dosi per sanitari e Cra”

Più informazioni su

Nuovi positivi, a Piacenza la curva del contagio ha iniziato a scendere nonostante l’elevato numero di tamponi effettuati nella nostra provincia.

Lo sottolinea, nel fare il consueto report settimanale, il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino. I nuovi casi infatti sono calati del 22%, anche se Piacenza continua ad essere la provincia con il maggior numero di positivi in rapporto agli abitanti.

Una conferma del dato incoraggiante arriva però dal raffronto con il numero di tamponi eseguiti che resta, ribadisce Baldino, il più alto in Italia: “Questo non significa che si debba abbassare la guardia, ma continuare a rispettare le regole”. Da tenere ancora sotto controllo è la situazione nelle strutture residenziali, dove sono stati riscontrati nuovi focolai negli ultimi giorni, come a Farini, dove l’Ausl è pronta ad inviare personale a supporto.

“Ci stiamo preparando all’arrivo dei vaccini – continua il direttore generale -, se ne avremo la disponibilità provvederemo a vaccinare la popolazione di Piacenza entro il 2021. Stiamo lavorando con la Regione per definire il piano di vaccinazione: il Governo ha detto che entro la seconda metà di gennaio arriverà una prima dose di vaccini, quelli della Pfizer da conservare a meno 80 gradi. A livello nazionale saranno disponibili 3,4 milioni di dosi che equivalgono a 1,7 milioni di cittadini vaccinati. Su Piacenza questo vuol dire fra le 8 e 9mila persone, che servirà tutti  gli operatori sanitari, gli addetti delle cra e gli ospiti di queste strutture. Poi ci aspettiamo che da gennaio arrivi una fornitura regolare di questi vaccini. Stiamo predisponendo piani per una vaccinazione di massa: se ci saranno le disponibilità, siamo pronti a vaccinare tutta la popolazione di Piacenza entro il 2021. Abbiamo i congelatori, abbiamo definito i luoghi di stoccaggio per questi vaccini, che restano per il momento top secret. E’ tutto organizzato: noi siamo pronti, qualora arrivino quantitativi importanti nel primo semestre del prossimo anno”.

Sul fronte della vaccinazione antinfluenzale, il direttore generale fa sapere che le fasce cosiddette a rischio siano state coperte dalle dosi già assegnate. “Ad adesso sono state vaccinate 98mila persone – spiega Baldino -, sono il doppio dell’anno scorso. Stiamo attendendo ulteriori 100mila vaccini, in arrivo a giorni, destinati all’ultima tranche di persone a rischio per età o patologia. C’è una scarsità di vaccini per il resto della popolazione, dovuto alla grande richiesta a livello mondiale. Vedremo se nelle prossime settimane riusciremo a reperire, anche all’estero, quantitativi maggiori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.