Nuovo polo scolastico a Bobbio, Gibertoni (Misto) “No a consumo di suolo”

Più informazioni su

La consigliera regionale del Gruppo Misto Giulia Gibertoni ha presentato una interrogazione in merito alla nuova destinazione del sito termale di San Martino, nel comune di Bobbio (Piacenza).

Nell’ex sito della fallita Società Terme di Bobbio Village s.r.l, di cui permangono tutt’ora gli scheletri delle strutture, il Comune ha deliberato la costruzione di un polo scolastico. “Sul fatto che tutt’ora, nell’ex sito termale, siano presenti zone di fuoriuscita di acque termali – spiega la consigliera – è già stata realizzata, nel 2018, un’indagine geologica finanziata dalla Regione secondo quanto prescritto dalla Legge regionale 9/2006. Sono stati effettuati due tipi di indagini: geofisiche sul terreno per verificare l’estensione nel sottosuolo di aree potenzialmente sede di acque salate; geochimico-isotopiche su campioni di acque prelevate in tre punti di campionamento per caratterizzarle da un punto di vista termale e in particolare per valutarne il grado di miscelazione con acque non termali”.

“Gli studi confermano l’esistenza di una potenzialità termale nell’area – sottolinea la capogruppo -. Occorre approfondire la questione attraverso una seconda fase di indagini, in particolare attraverso sondaggi diretti, quali carotaggi, per verificare la presenza reale di fluidi salati”. Per questi motivi Gibertoni chiede alla Giunta se è à conoscenza di questi importanti rilevamenti o se ha avuto modo di avere altri tipi di indagini (e condotte da chi) sulla zona in questione, e, inoltre, se “non ritenga opportuno segnalare, anche al comune di Bobbio, l’importanza di evitare inutile e ulteriore consumo di suolo, ove siano praticabili alternative equivalenti per evitarlo, così come ulteriori effetti di dispersione e diffusione urbana”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.