Piano Iren al 2025 “180 milioni di investimenti in provincia di Piacenza”

Più informazioni su

Oltre 180 milioni di investimenti da parte di Iren nella provincia di Piacenza.

La multiutility ha presentato alle imprese associate di Confindustria Piacenza il Piano Industriale Iren @2025, alla presenza di Francesco Rolleri, Presidente Confindustria Piacenza, Massimiliano Bianco, Amministratore delegato Iren, Eugenio Bertolini, Amministratore delegato Iren Ambiente, Fabio Giuseppini, Amministratore delegato IRETI e Vito Gurrieri, Direttore Approvvigionamenti Logistica e Servizi Iren. Un incontro per presentare gli importanti investimenti e progetti previsti nei prossimi cinque anni in provincia di Piacenza e riflettere sulle significative opportunità per le imprese del territorio.

Gli investimenti – è stato spiegato – saranno distribuiti tra le diverse aree di business in cui opera il Gruppo. Entrando dettaglio – spiega una nota -, per il ciclo idrico circa 38 milioni di euro saranno destinati alla costruzione, manutenzione e ammodernamento della rete acquedottistica mentre 43 milioni di euro saranno investiti nelle fasi di depurazione e fognatura. Il forte impegno di Iren in Emilia-Romagna nel ciclo dei rifiuti coinvolgerà anche la provincia di Piacenza, per la quale verranno investiti 27 milioni di euro nello smaltimento, inclusi adeguamenti impiantistici al termovalorizzatore e 25 milioni di euro nella raccolta, compresa l’implementazione di Just Iren, iniziativa volta ad innovare la gestione del ciclo dei rifiuti”.

“Più di 8 milioni di euro riguarderanno, invece, la cogenerazione e l’infrastruttura di teleriscaldamento. In questo ambito è previsto lo sviluppo della rete di Piacenza e il collegamento con il WTE di Tecnoborgo dal 2024, con l’utilizzo di calore generato dal recupero termico proveniente dal termovalorizzatore del Gruppo. Saranno, infine, destinati 37 milioni di euro in iniziative di digitalizzazione e facility management e 2 milioni di euro nell’ambito della rete di distribuzione gas”.

“Nell’ambito del ciclo idrico integrato gli investimenti saranno orientati in interventi di manutenzione straordinaria e revamping degli impianti di depurazione. In particolare, si andrà dalla costruzione di nuovi impianti in agglomerati ancora sprovvisti ad interventi di ammodernamento di parti o componenti di impianti per un totale di circa 30 Comuni coinvolti e 600 mila abitanti equivalenti serviti. Il sistema acquedottistico sarà, invece, interessato da interventi di sostituzione di tratti di reti dell’acquedotto ammalorate o di estensione delle stesse sulla provincia di Piacenza e da lavori di ammodernamento degli impianti afferenti al sistema acquedottistico”.

“Oltre agli usuali interventi di manutenzione straordinaria sull’impianto di termovalorizzazione che superano mediamente i 2 milioni di euro all’anno, al fine di mantenere elevate prestazioni ambientali ed energetiche, è previsto un intervento di upgrading impiantistico per ridurre della metà le emissioni in termini di ossidi di azoto. A Piacenza proseguirà, infine, il commitment di Iren per l’elettrificazione dei trasporti. La città riveste infatti un ruolo chiave per lo sviluppo del programma di IrenGo, il brand appositamente creato per i progetti legati alla mobilità sostenibile”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.