Via libera al piano vaccini anti covid, in Emilia Romagna 183.138 dosi

Via libera al piano vaccini presentato dal commissario per l’emergenza Domenico Arcuri dalla Conferenza Stato-Regioni. Nei primi giorni di gennaio partirà la vaccinazione di massa.

Proprio oggi, secondo quanto riportano agenzie di stampa, il commissario invierà alle regioni una sorta di ‘libretto delle istruzioni’ per il vaccino ed entro la settimana tutte le indicazioni per la procedura di somministrazione. Come già anticipato nelle scorse settimane le prime dosi di vaccino verranno destinate al personale sanitario e ai degenti e operatori delle Cra. Verranno consegnate il 90% delle richieste di dosi avanzate dalle Regioni, perché è stato stimato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto. Sarà la Lombardia a ricevere la maggior quantità di dosi del vaccino anti-Covid della Pfizer nella prima consegna all’Italia, quasi 1,9 milioni di dosi in tutto. La regione di gran lunga più colpita dall’epidemia avrà 304.955 ‘shot’, seguono Emilia Romagna (183.138 dosi), Lazio (179.818), Piemonte (170.995), Veneto (164.278) e Campania (135.890). In coda la Valle d’Aosta con 3.334 dosi del vaccino Pfizer.

Nella giornata di ieri, 15 dicembre, il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino ha ribadito che la somministrazione a Piacenza inizierà a metà gennaio. Nel frattempo l’azienda ha iniziato a raccogliere le adesioni del personale alla campagna vaccinale.

DONINI “L’EMILIA-ROMAGNA E’ PRONTA” – “E’ un’ottima notizia il via libera dato stamattina dalla Conferenza Stato-Regioni al piano vaccini presentato dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Condivido in pieno questa accelerazione. E mentre attendiamo le indicazioni operative che saranno inviate dal Commissario alle Regioni, voglio dire che l’Emilia-Romagna è già al lavoro per rendere concreta l’opportunità per tutti di fare il vaccino, secondo il calendario di priorità definito dal Governo. A partire dai professionisti impegnati negli ospedali e nelle case di riposo per anziani”.

E’ quanto afferma l’assessore regionale alla Salute, Raffaele Donini, commentando la notizia secondo la quale già dai primi di gennaio potrebbero prendere il via le vaccinazioni nel nostro Paese. “Sarà una operazione molto importante – spiega Donini – rispetto alla quale stiamo comunque già lavorando. E’ già stata inviata, tra l’altro, una nota a cura della Direzione generale dell’Assessorato per acquisire, da parte del personale sanitario, una disponibilità alla vaccinazione. Non sarà, questa, l’adesione formale al programma vaccinale da parte dei singoli professionisti della sanità, ma sarà comunque un elemento utile alla ricognizione organizzativa preliminare, necessaria anche alla definizione delle scorte necessarie per la nostra regione”.

“L’operazione complessiva necessaria per garantire a tutti il vaccino – conclude l’assessore alla Salute – è evidentemente complessa e delicata. Ma stiamo mettendo in campo tutto quanto serve per uscire da questa pandemia, grazie alla solidità del nostro Sistema sanitario e di chi, tutti i giorni, con il proprio lavoro, ne garantisce gli eccellenti standard di qualità, che ovunque ci riconoscono”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.