Provincia, il bilancio del 2020 “Anno difficile, ma non ci siamo mai fermati”

Il 2020 volge al termine e anche per la Provincia di Piacenza è tempo di bilanci. L’occasione è il tradizionale scambio degli auguri tra i membri dell’ente di via Garibaldi e gli organi di informazione locale, svoltosi in forma telematica nella mattinata del 29 dicembre.

Auguri provincia

“E’ stato un anno difficile, ma nonostante ciò non ci siamo mai fermati – ha evidenziato il presidente della Provincia Patrizia Barbieri, elencando alcuni dati relativi all’attività svolta nel 2020 -. Sono state concluse opere per un totale di 10 milioni di euro; mentre la cifra per le spese in conto capitale nei primi 11 mesi dell’anno è stata di oltre 9 milioni. Da segnalare la tempestività nei pagamenti dei fornitori, che non ha risentito dell’emergenza: i nostri tempi di liquidazione delle fatture, infatti, sono stati inferiori ai 15 giorni, la metà del massimo previsto”.

Con l’arrivo della pandemia, l’ente provinciale ha messo in campo una serie di iniziative per, in primis, gestire la situazione inedita, quindi  ripartire in modo propositivo. “Abbiamo trasformato il nostro modo di lavorare – ha spiegato Barbieri -: attivando, in due settimane, 100 postazioni per il lavoro da remoto dei dipendenti; importante è stato il tavolo per il lavoro con i sindacati e le categorie economiche, per studiare le modalità migliori per coniugare sicurezza e lavoro. Un confronto che ha portato alla firma del protocollo del 24 giugno. Da segnalare – ha continuato – l’anticipo dei pagamenti agli appaltatori dell’ente, con un provvedimento straordinario del 24 aprile; nonché il raccordo con la Regione e il coordinamento della progettualità dei comuni: 12,5 milioni di euro per il territorio piacentino decisi nella conferenza territoriale del 20 luglio”.

C’è poi il tema scuola. “Per ripartire in sicurezza – ha affermato il presidente della Provincia – sono stati stanziati più di un milione di euro per adeguare gli spazi delle strutture scolastiche e potenziare il trasporto pubblico del territorio. Fiore all’occhiello per l’edilizia scolastica – ha detto – le nuove palestre all’ex Laboratorio Pontieri, inaugurate pochi giorni fa. A breve – ha annunciato – dovrebbero partire i lavori anche per il nuovo palazzetto per il Volta di Castel S. Giovanni”. Sulla viabilità, Barbieri ha ovviamente ricordato “l’inaugurazione della tangenziale Carpaneto-San Giorgio. Altro intervento importante è stato quello sulla tangenziale sud ovest, che ha portato ad un interruzione notturna della circolazione, con riapertura anticipata il 29 luglio. In generale, per la manutenzione della rete viaria sono stati spesi 8 milioni”.

Per il presidente della Provincia un occhio particolare va alla montagna. “Dobbiamo sostenere i comuni di queste zone, che sono una preziosa risorsa e che spesso portano la croce di una viabilità difficilmente gestibile”. Impossibile, in tal senso, anche se la gestione non appartiene all’ente provinciale, non fare un commento su Ponte Lenzino, viadotto sulla Statale 45 che univa i Comuni di Corte Brugnatella e Cerignale. Dopo il crollo del 3 ottobre, la ricostruzione della struttura provvisoria dovrebbe essere completata nei primi mesi del 2021. “Purtroppo in questo caso non abbiamo voce in capitolo – le sue parole -, dato che la competenza è del ministro (dei Trasporti, Paola de Micheli, ndr) e di Anas. Non mi permetto di giudicare la soluzione presa per la ricostruzione, però una cosa è certa: i tempi non possono essere trasgrediti. C’è una comunità in ginocchio, e dopo un anno di pandemia non possiamo permetterci di far affrontare alla gente del posto un’altra stagione con una situazione viabilistica non risolta. Per quel che posso, sarà una mia battaglia quella di non andare fuori tempo”.

Il 2020 è stato anche l’anno delle assunzioni. “Dal 14 aprile sono entrate in organico 17 nuove persone” – ha detto Barbieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.