Studenti ridisegnano la rete dei bus, il sindaco “Contributo importante”

Più informazioni su

Il progetto Utobus sul trasporto pubblico di Piacenza, ideato da due studenti universitari, è stato presentato in Comune al Sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e all’Assessore alla Mobilità, Paolo Mancioppi, che hanno espresso “i più sinceri complimenti per l’approfondito studio, che rappresenta un contributo importante al dibatto sulla mobilità cittadina del futuro”.

Tommaso Battilocchi (Politecnico) e Filippo Bongiorni (Bicocca), alla presenza anche di Gino Losi (Amministratore Unico di Tempi Agenzia), hanno descritto la filosofia che sta alla base del loro progetto di mobilità, che punta a riorganizzare il trasporto pubblico urbano e suburbano in un’ottica di maggiore capillarità del servizio, con tempi più rapidi di percorrenza e minor traffico.

“E’ senza dubbio una visione moderna e innovativa del sistema del trasporto pubblico locale, che propone soluzioni interessanti e da valutare attentamente”, commentano Patrizia Barbieri e Paolo Mancioppi, aggiungendo: “Proprio nel momento in cui stiamo arrivando all’approvazione del PUMS, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che definirà la mobilità cittadina per i prossimi decenni, pensiamo che quella di Utobus sia una progettualità che merita di essere approfondita. A tal fine abbiamo inteso mettere in contatto Tommaso e Filippo con la società che abbiamo incaricato per la redazione del PUMS, in modo da attivare un positivo confronto sul tema, utile alla città”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.