Vende le proprie casse auto e mixer, ma il bonifico non arriva. Ventenne truffato

Mette in vendita articoli musicali e, dopo aver raggiunto l’accordo con un acquirente, attende invano il bonifico.

La vittima del raggiro, un ventenne di Gragnano (Piacenza), non ha potuto far altro se non rivolgersi ai carabinieri per sporgere denuncia. Il giovane aveva pubblicato un’inserzione su un sito di annunci e vendita on-line, con la quale metteva in vendita alcune casse audio, un amplificatore e un mixer. Dopo qualche tempo, è stato contattato da un uomo che si è mostrato molto interessato all’acquisto del materiale, conquistandosi la sua fiducia. Hanno così pattuito il prezzo, 1.900 euro, con l’impegno di un futuro pagamento tramite bonifico bancario, ed hanno inoltre concordato di incontrarsi a Gragnano per il diretto ritiro di tutto il materiale.

Ma dopo aver ritirato la merce, l’acquirente ha addotto problemi tecnici che gli avrebbero impedito di dar conto dell’avvenuto bonifico, dando però piena garanzia al 20enne che avrebbe provveduto quanto prima. Poi, però si è reso irreperibile, ed il giovane a quel punto si è reso conto di essere stato truffato. Per denunciare l’accaduto, il 20enne si è rivolto ai carabinieri della Stazione di Bettola, i quali, dopo alcuni precisi accertamenti, sono risaliti all’identità dell’acquirente. Si tratta di un 40enne, nato e residente in provincia di Milano, con precedenti penali specifici, che è stato denunciato per truffa e appropriazione indebita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.