Case popolari, la Lega “C’è crisi, valorizzare la residenzialità storica per aiutare le famiglie italiane”

Più informazioni su

Appello del referente provinciale Lega Salvini Premier Luigi Merli ai Comuni: “Valorizzare la residenzialità storica e ogni altro parametro utile a permettere l’accesso alle case popolari alle famiglie italiane in grave difficoltà economica e agli anziani che da troppo tempo sono in lista d’attesa”.

“Le ricadute sociali della pandemia sono sotto gli occhi di tutti – scrive il referente provinciale del Carroccio in una nota -. Sempre più famiglie, lavoratori e anziani sono inaspettatamente precipitati in condizioni di povertà. Se cambiano le esigenze e le richieste di ampie fasce della popolazione, devono cambiare anche le regole di accesso al welfare, per questo è necessario rivedere i parametri in modo più equo, anche a fronte dell’emergere sempre più rapido e diffuso di nuove povertà, ampiamente certificate dal recente Rapporto Caritas 2020 e inasprite dalla pandemia e dai provvedimenti del Governo”.

“La volontà politica deve essere quella di non lasciare nessuno indietro, in particolar modo quei cittadini che con il loro lavoro hanno permesso negli anni alla nostra città e ai nostri paesi di crescere e garantire a tutti la possibilità di accedere ai servizi sociali – continua -. Spesso i parametri utilizzati fino ad oggi per l’assegnazione degli alloggi penalizzano le famiglie italiane e non danno risposte a diverse categorie a rischio come anziani soli, famiglie con persone con disabilità a carico, famiglie mono genitoriali e padri separati, questa situazione deve cambiare”.

“E’ arrivato il momento di verificare i regolamenti e, ove necessario, revisionarli per aiutare senza distinzioni tutti coloro che sono davvero in difficoltà, inserendo nuovi criteri di valorizzazione più coerenti con la situazione attuale, tra cui anche quello della residenzialità storica, che attribuisce un punteggio agli anni di residenza in un determinato Comune e che vale, ovviamente, a prescindere dalla nazionalità di provenienza”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.