CulturaIdentità, Fabio Callori coordinatore regionale dell’associazione

CulturaIdentità continua a crescere in tutta Italia. L’associazione nazionale fondata nel 2018 dall’attore ed editore Edoardo Sylos Labini, che ha come scopo la tutela, la valorizzazione e la promozione del patrimonio artistico, culturale, paesaggistico e dell’identità italiana, istituisce il coordinamento regionale dell’Emilia Romagna.

Ad affiancare il piacentino Fabio Callori, nuovo responsabile per l’intera regione, Susanna Tartari, responsabile provinciale di Ferrara, e Francesco Lasaponara, responsabile provinciale di Forlì. “Con entusiasmo e piacere ho accettato questo incarico. Ringrazio il presidente nazionale Edoardo Sylos Labini per avermi affidato questo importante ruolo e tutti i colleghi dell’associazione per la collaborazione. L’Emilia Romagna è un’area ricca di cultura che si identifica e si caratterizza col territorio. In un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando, la cultura, quella con la “C” maiuscola può essere un importante strumento di ripresa economica e di lavoro” commenta Callori.

Hanno già aderito a CulturaIdentità, inoltre, due comuni che entreranno a far parte delle Città Identitarie – progetto nazionale dell’associazione, unico in Italia, con cui si condivide la Bellezza e la ricchezza del patrimonio di paesi e città italiane, potenziandone la visibilità, la promozione, troppo spesso lontani dalle cronache nazionali. “Si è già’ iniziata una importante collaborazione con alcune città Identitarie come Castelsangiovanni e Soragna, che hanno creduto in questa importante visione culturale. Le Città Identitarie sono un progetto aperto. Da oggi siamo a disposizione per ogni comune interessato”.

“CulturaIdentità conta migliaia di iscritti in tutta Italia, operatori culturali, artisti, giornalisti, lavoratori ed imprenditori, associazioni e semplici cittadini che in un mondo globalizzato e dispersivo vogliono riscoprire il valore essenziale della cultura italiana. Ogni mese CulturaIdentità diventa anche un mensile che raccoglie alcune tra le firme più interessanti del panorama culturale italiano. Il numero di gennaio è interamente dedicato a Dante Alighieri, uomo, poeta, provocatore, innovatore, padre fondamentale dell’identità italiana, alle sue opere e al viaggio che ha compiuto in tutta Italia, con racconti e cronache dantesche dalle regioni italiane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.