Il Piace si fa raggiungere dalla Juve U23: quarto pareggio consecutivo per i biancorossi (1-1) foto

Più informazioni su

Un altro pareggio per il Piacenza, il quarto consecutivo, che rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria. I biancorossi impattano 1-1 al “Moccagatta” di Alessandria contro la Juventus Under 23: un punto alla fine guadagnato, perchè se è vero che i biancorossi erano passati in vantaggio grazie alla rete a inizio ripresa di De Respinis (esordio con gol per lui), non si può ignorare la lunga serie di occasioni da rete sciupate dai padroni di casa, che sull’1-1 possono recriminare per una incredibile doppia traversa con il pallone rimbalzato sulla linea di porta e per un grande intervento di Libertazzi in pieno recupero, che ha evitato ai suoi la sconfitta.

LA PARTITA – Manzo ripropone il 3-5-2 e lancia in attacco l’ultimo arrivato De Respinis a far coppia con Babbi. Conferma per Martimbianco in difesa, a centrocampo torna dal primo minuto Visconti, l’altro esterno è Simonetti, mentre al centro ci sono Galazzi, Palma e Pedone. In panchina gli altri due nuovi acquisti Cannistrà e Scorza.

La partita è vivace sin dalle prime battute, De Respinis sfrutta subito una indecisione difensiva e chiama Senko alla chiusura in uscita, subito dopo Pedone calcia da buona posizione ma non trova di poco la porta. La prima sortita offensiva bianconera porta subito un’occasionissima: Correia trova Mosti in piena area che a tu per tu con Libertazzi conclude fuori. Poco dopo è il palo a salvare il portiere biancorosso sulla conclusione di Brighenti dal limite. Pronta la risposta del Piacenza, il bel diagonale di Galazzi trova pronto Senko che manda in corner. Poco dopo il 20’ una bella manovra bianconera pesca ancora in area Mosti, ma Libertazzi è di nuovo bravissimo a respingere la conclusione da due passi. Tutte le volte che la Juve si fa vedere in avanti sono pericoli per la retroguardia piacentina: poco prima della mezz’ora un bel tocco di Troiano libera Brighenti che tutto solo si divora un’altra ghiotta occasione. E’ la squadra di Zauli a fare la partita, il Piacenza si difende e non riesce più a farsi vedere in avanti; al 40’ altra opportunità per i padroni di casa con Correia, servito in area ancora da Troiano, che colpisce il palo esterno, poi Brighenti prova a sorprendere dalla distanza Libertazzi che in qualche modo si salva.

I biancorossi chiudono il primo tempo in difficoltà, ma al rientro in campo la partita si sblocca e sono proprio gli uomini di Manzo a sorpresa a passare: è De Respinis dopo tre minuti a ribattere in rete il pallone finito sul palo dopo un colpo di testa di Martimbianco. La Juve prova a riorganizzarsi, nel Piacenza Maio prende il posto di Babbi in avanti; al 16’ Correia si ritrova tutto solo davanti a Libertazzi ma viene chiuso da un grande recupero di Corbari. E’ il preludio al gol che arriva un paio di minuti dopo grazie a Mosti, bravo a chiudere una bella azione partita da Correia e rifinita da Brighenti. Proteste della Juve per una trattenuta in area di D’Iglio su Troiano, lo stesso centrocampista si ritrova poco dopo il pallone buono su un errato disimpegno difensivo, ma la sua conclusione da ottima posizione finisce a lato. Il finale è tutto di marca bianconera, con il Piacenza che prova ad agire di rimessa. Incredibile quanto accade al 77’ nell’area del Piacenza, sugli sviluppi di un corner il pallone tocca due volte la traversa dopo essere rimbalzato a terra prima dell’intervento di Libertazzi: per il direttore di gara la sfera non è entrata e si prosegue a giocare. C’è tempo anche per l’esordio in biancorosso di Scorza, ma è Libertazzi in pieno recupero a diventare protagonista assoluto togliendo dall’incrocio un pallone toccato da Simonetti nel tentativo di anticipare un avversario. Beffa evitata.

Domenica prossima nuova trasferta a Grosseto.

VIDEO – LE PAROLE DI MANZO A FINE GARA

IL COMMENTO DI LUIGI CARINI – La buona sorte è stata amica del Piacenza che ad Alessandria strappa un punto alla Juve Under 23 nell’ultima partita del girone d’andata: la Juve è stata indubbiamente superiore ai biancorossi sia dal lato tecnico che della produzione di gioco che le hanno consegnato innumerevoli occasioni da gol, tre pali, un rigore non concesso ed un gol fantasma. Oltre ad un paio di miracolosi e consueti salvataggi di Libertazzi. Eppure, a nostro avviso, il pareggio del Piacenza è ampiamente meritato, perché di una partita non vanno soltanto considerati i valori tecnici ma anche quelli agonistici e caratteriali; ed in questi il Piacenza è stato nettamente superiore. I ragazzi di Manzo hanno interpretato la partita nel modo migliore mettendo sul campo tanta volontà, umiltà e spirito di sacrifico a differenza dei loro avversari dal gioco accademico, supponente con una manovra leziosa e narcisistica.

Considerata la precaria classifica Manzo abbandona le velleità del gioco a tuttocampo improntato sull’offensivismo e schiera (finalmente) una formazione pragmatica con i centrocampisti a protezione della difesa e manovrando nel più sano contropiede. Anche i biancorossi hanno avuto le loro opportunità per segnare ma non hanno saputo gestire con lucidità le improvvise ripartenze in superiorità numerica. Oggi importante era non perdere ed il Piacenza ha raggiunto l’obiettivo lasciando agli avversari soltanto recriminazioni: il debuttante ultimo acquisto De Respinis ha realizzato una rete apprezzabile per opportunismo convincendo per il movimento che fa e la partecipazione alla manovra. Degli arrivati dell’ultima ora Scorza è entrato soltanto nei 5’ di recupero mentre Canistrà è stato in panchina.

In definitiva è stato un Piacenza senz’altro positivo, disposto in campo nel giusto atteggiamento di chi deve fare punti rinunciando a velleità di gioco spettacolare specie se incontri una squadra di levatura nettamente superiore. Se il reparto difensivo è apparso migliorato, ma non impeccabile, in avanti abbiamo visto tante buoni intenzioni bruciate dall’eccessiva foga. Probabilmente alla fine dell’andata ci si aspettava una classifica migliore, ma è doveroso considerare anche le diverse avversità passate. Probabilmente le operazioni di mercato non sono ancora finite: un paio di acquisti indovinati potrebbero allontanarci dalla zona play out.

JUVENTUS UNDER 23-PIACENZA 1-1 (risultato finale)

49′ De Respinis (Piacenza); 64′ Mosti (Juve Under 23)

LA CRONACA

90′ +4 – Triplice fischio: finisce in parità tra Juve Under 23 e Piacenza. 1-1

90′ +4 – Super Libertazzi salva il Piace: l’estremo difensore dei biancorossi vola all’incrocio e toglie dall’angolino un tiro deviato dagli stessi compagni di squadra.

90′ +1  -Terza sostituzione per Mister Manzo: Scorza prende il posto di Pedone

90’+1 – L’arbitro assegna 4 minuti di recupero

90′ +1 – Nei bianconeri entra anche Leone: fuori Wesley

89′ – Forcing finale dei padroni di casa: Correia steso sulla sinistra, punizione

78′ – Occasionissima Juve. Il corner battuto dal neoentrato Dabo genera una mischia in area biancorossa con il pallone che finisce due volte sulla traversa. Libertazzi alla fine riesce a bloccare.

73′ – La Juve reclama il rigore: Correia pesca Troiano in area, il quale cade a terra. Per l’arbitro non c’è niente. 

71′ – Esce anche l’autore del gol dei bianconeri: Zauli richiama Mosti e inserisce Dabo

68-69′ – Un cambio per parte: nella Juve Barbieri prende il posto di Rosa; mentre la seconda sostituzione del Piace è D’Iglio per Galazzi 

64′ Primo giallo anche per i bianconeri: Oliveira Rosa ammonito per un fallo a centrocampo.

64′ La Juve Under 23 trova il pari: a segnare, dopo un’azione che ha coinvolto Correia e Brighenti, è Mosti. 1-1 

58′ – Cambio Piacenza: Manzo fa entrare Maio al posto di Babbi

54′ – La Juve prova a reagire: tiro centrale di Oliveira Rosa, nessun problema per Libertazzi

49′ – Partenza a mille del Piace, arriva il gol del vantaggio: dalla bandierina Palma, palla al centro e De Respinis trova la conclusione vincente! 0-1 

46′ – Squadre di nuovo in campo: al via il secondo tempo senza cambi

45+2′- Dopo due minuti di recupero, termina a reti inviolate la prima frazione di gioco

44′ – Per i bianconeri ci prova anche il solito Brighenti: botta da fuori che costringe Libertazzi a salvarsi in corner 

40′ – Altra occasione per la Juve. E’ Correia, dopo una combinazione con Troiano, a mancare lo specchio da ottima posizione. 

39′ – Primo giallo del match: ammonito Palma

37′  – Forcing Juve da qualche minuto, ma i biancorossi resistono

29′ – Adesso c’è più Juve che Piace in campo. Ancora Brighenti, pescato in area da Troiano, ha l’occasione per l’1-0. A pochi passi dalla porta l’attaccante bianconero conclude però a lato 

17′ – Il Piace risponde con Babbi: l’attaccante biancorosso costringe Senko al tuffo. Palla in corner

15′ – Occasione Juve con Brighenti: il centravanti bianconero fa partire un tiro da appena fuori area colpendo il palo sulla sinistra di Libertazzi.

7-9′ – Piace arrembante: in due minuti tre tentativi dei biancorossi spaventano la Juve. Prima De Respinis va in pressing su Senko, mettendo in difficoltà l’estremo difensore bianconero che riesce ad allontanare; poi la conclusione di Pedone, che dal limite manca di poco lo specchio; quindi un tentativo di Galazzi che si spegne sul fondo.  

4′- Il Piace prova a sfondare sulla destra: spunto di Simonetti fermato in fallo laterale.

1′ – L’arbitro fischia il calcio d’inizio: possesso palla per i padroni di casa

LA FORMAZIONE UFFICIALE

📋 Ecco la formazione ufficiale, oggi scendiamo in campo così!
📹 Partita in diretta su Eleven Sport e canale 253 di Sky Sport!
⚪🔴 #iotifoPiace

Pubblicato da Piacenza Calcio su Domenica 17 gennaio 2021

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.