“Non abbiate paura di uscire e fare la spesa: a Bobbio lavoriamo in sicurezza” foto

Più informazioni su

“Bobbiesi non abbiate paura di uscire e fare la spesa: ci siamo e lavoriamo in sicurezza per non far mancare niente a nessuno”.

E’ l’appello lanciato sulla pagina Facebook Visit Bobbio dai commercianti dopo che alcune voci, soprattutto sui social, hanno generato confusione e creato allarme in alcuni cittadini, complice anche la concomitanza con l’aumentare dei contagi dovuti, probabilmente e come avvenuto tutta Italia, alle festività.

Nonostante il numero dei positivi rimanga nella media i bobbiesi, seppure non tutti, sono preoccupati che il covid possa trasformare il borgo più bello d’Italia in un focolaio. Persino semplici chiusure per ferie sono riuscite a portare allarmismo. “Da quando è iniziata questa pandemia noi commercianti ci siamo subito attrezzati e impegnati per non fare mancare nulla agli abitanti di Bobbio e a suoi estimatori facendolo in sicurezza – affermano – Da subito abbiamo acquistato le mascherine, applicato gli adesivi che invitavano ad attendere fuori, fatto rispettare le regole che nel corso dei mesi sono cambiate e i protocolli sanitari. Ci siamo attivati per fronteggiare qualsiasi necessità per il bene del borgo e soprattutto delle persone che lo abitano”.

Sono tante le iniziative attivate dai commercianti che hanno visto titolari e dipendenti attivarsi in prima persona anche nella spedizione dei prodotti e nella consegna porta a porta. “Dopo tutto lo sforzo fatto ora c’è qualcuno che, sfruttando la visibilità dei social, sta arrecando danno a noi, alle famiglie e al borgo intero. E’ normale che qualcuno dei lavoratori nei tanti negozi possa aver contratto il virus, siamo umani anche noi e come tutti siamo esposti – continuano -. Non si deve comunque avere paura. Se vedete un negozio aperto è perchè chi ci lavora è sicuro al 100% delle proprie condizioni di salute”.

In alcuni casi sono stati gli stessi titolari a pubblicare i risultati dei tamponi, come fattore di trasparenza verso i propri clienti. “Vi aspettiamo – ci tengono a concludere -. Continuiamo a dare vita al borgo per chi può goderne adesso, non vedendo l’ora di poter tornare a vedere i tanti turisti che ogni anno lo animano, appena questo brutto periodo passerà”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.