Piace, a Grosseto gara da non sbagliare. Manzo “Serve una vittoria per sbloccarci”

Gara da non sbagliare per il Piacenza, che inizia il girone di ritorno di campionato con la trasferta a domicilio del Grosseto (domenica, fischio d’inizio alle ore 15).

I biancorossi vengono da quattro pareggi consecutivi – l’ultimo strappato domenica, non senza qualche sofferenza, contro la Juve Under23 – e sono a caccia di una vittoria che manca ormai dallo scorso 6 dicembre (6-0 alla Pro Sesto). La squadra di Manzo è in piena zona playout e nella seconda parte di campionato dovrà per forza cambiare passo per centrare la salvezza, obiettivo che allo stato attuale non sembra particolarmente agevole. Il tecnico punterà in avanti sull’ultimo arrivato De Respinis, subito in gol domenica all’esordio, mentre sono da valutare le condizioni di Galazzi e Gonzi, alle prese con problemi fisici.

“I quattro risultati utili consecutivi da un lato fanno piacere, dall’altro con i pareggi non si va tanto lontano: dobbiamo andare a Grosseto a fare bottino pieno – spiega il tecnico alla vigilia -. Sarà sicuramente una partita complicata, giochiamo contro una buona squadra, con buone individualità a livello offensivo e strutturata a livello difensivo. Arrivano però da due sconfitte consecutive e in casa non sempre hanno fatto bene, abbiamo buone possibilità per andare a fare una grande gara. Ho grande rispetto per il Grosseto, allo stesso tempo sono molto contento di come si è allenata la mia squadra, siamo in crescita sotto tutti i punti di vista, ma ora serve quello step in più. Sono convinto che serva una vittoria per sbloccarci, anche mentalmente, poi sono sicuro faremo un campionato importante”.

Il Grosseto, guidato in panchina da Lamberto Magrini, veleggia a metà classifica grazie ai 25 punti conquistati ma arriva da due ko consecutivi, l’ultimo ad Olbia, ed è quindi a caccia di riscatto. I toscani, che all’andata nella prima di campionato si imposero al Garilli per 2-0, in settimana hanno annunciato l’arrivo del giovane terzino Alessandro Giannò in prestito dalla Triestina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.