Scuola, Tagliaferri (FdI) “Ci sono i bus per il rientro in sicurezza?”

“Il Tar ha bocciato Stefano Bonaccini, a poco vale il tentativo del Presidente di arrampicarsi sugli specchi: lunedì le scuole riapriranno in presenza perché lo ha deciso un giudice, se era per Bonaccini tutti a casa e nessuno in classe. Ora però c’è un problema serio: vista l’urgenza di riaprire le scuole dalla sera alla mattina dobbiamo essere certi che ci siano anche tutti i bus necessari per garantire il trasporto degli studenti in sicurezza?”.

La domanda viene da Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale piacentino di Fratelli d’Italia. “Un caso emblematico – afferma in una nota – è quello di Modena-Reggio-Piacenza: quando fu prorogata la didattica a distanza l’azienda dei trasporti Seta disse che, vista la situazione, aveva ridotto il numero dei bus. Ora, con gli studenti che tornano in classe qualcuno ha detto a Seta di ripristinare tutte le corse? O lunedì saremo a fare il conto dei contagi frutto del mancato aumento dei bus? E poi a cercare i colpevoli? Presidente, assessori: lo avete fatto il vostro dovere? Noi, per amore verso l’Emilia-Romagna, siamo qui a ricordarvelo per tempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.