Quantcast

Vaccini, Bonaccini “Partire da chi è più a rischio. Scriverò agli over 80 della Regione”

“Stiamo già preparando e lo presenteremo il 5 febbraio alla riunione del patto del lavoro il piano vaccinale dell’Emilia-Romagna con una capacità, sempre che i vaccini arrivino, che potremo triplicare o quadruplicare”.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini all’assemblea regionale di Legacoop. “La campagna, da marzo in poi “deve tener conto di quelli più a rischio ricovero o peggio. Tutti coloro a partire dai più anziani” e per questo “scriverò una lettera a tutti gli ultraottantenni, oltre 300mila”. “Comprendo che tutti pensano che la propria categoria sia la prima da vaccinare, ma non funziona così. Altrimenti è un caravan serraglio. Partiamo da quelli più a rischio”, ha aggiunto, spiegando che sarà il governo a stabilire quali saranno le categorie, a partire da marzo, ad avere la priorità.

A questo proposito il presidente Bonaccini sottolinea che “le polemiche sulle vaccinazioni al personale sanitario non medico tipo chi si occupa di fare le pulizie o servire i pasti sono inutili. Gli ospedali devono essere ‘Covid free’ e, se non immunizziamo tutto il personale, rischiamo di chiudere interi reparti e di riportare il virus negli ospedali. Se vogliamo che non ci siano restrizioni per quelle categorie produttive come ristorazione, bar, palestre, piscine, cultura e spettacolo, il primo modo è evitare la diffusione dei contagi e far diminuire il numero di ricoverati e la pressione sugli ospedali” ha ribadito. Se calano quei parametri allora non ci sarà più la preoccupazione di diventare zone colorate dal rosso in giù. Se dalla prossima primavera avremo messo a riparo e immunizzato le categorie a rischio le restrizioni diminuiranno, perché anche i parametri usati per applicarle saranno inferiori”.

“Comprendo che ognuno pensi che la sua categoria sia la prima da vaccinare, ma non può funzionare così: sappiamo chi è più a rischio e da loro partiamo” ha concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.