Quantcast

Vende una ruota da 80 euro, ma finisce per ‘pagare’ quasi 2mila euro

Mette in vendita una ruota di scorta da 80 euro, ma finisce per ‘pagare’ quasi 2mila euro.

Vittima del raggiro è un giovane di 25 anni, residente a Rottofreno (Piacenza). Il ragazzo, il 26 settembre scorso, aveva messo in vendita su un sito di annunci online una ruota di scorta, al prezzo di 80 euro; lo stesso giorno è stato contattato da una persona che ha manifestato forte interesse all’acquisto e la disponibilità ad effettuare immediatamente il pagamento per non perdere l’occasione. L’acquirente ha quindi chiesto al ragazzo di recarsi a uno sportello bancomat per effettuare la transazione e saldare quindi la somma pattuita.

Al telefono – come è già accaduto in episodi simili – ha fornito tutte le indicazioni: introdurre il bancomat, digitare la funzione ricarica prepagata e di pigiare il tasto successivo fino a quando l’ultima somma selezionata da verde sarebbe diventata gialla, per poi inserire il pin della carta. Operazione effettuata due volte, alla fine delle quali il ragazzo si è sentito dire che c’erano stati problemi nell’effettuare la ricarica e che il pagamento sarebbe avvenuto mediante un bonifico bancario. A questo punto il 25enne si è reso conto di essere stato raggirato. Infatti, controllate le ricevute dello sportello bancomat, si è reso conto di aver effettuato due ricariche: la prima da 1.500 euro e la seconda da 484,10 euro.

Il giovane si è rivolto ai carabinieri della Stazione di San Nicolò per denunciare l’accaduto. Dopo alcuni accertamenti bancari i militari sono riusciti a risalire all’identità dell’acquirente: si tratta di una 33enne, residente in provincia di Venezia e con precedenti specifici, che è stata denunciata per truffa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.