Al Garilli passa il Lecco, al Piace manca la reazione (0-1) COMMENTO

PIACENZA – LECCO 0-1 (FINALE)
Merli Sala al 70′

Si ferma la striscia di risultati positivi del Piacenza: i biancorossi vanno ko al Garilli davanti al Lecco, che passa grazie alla rete di Merli Sala a venti minuti dalla fine. Una gara rimasta a lungo equilibrata, anche se prima del vantaggio gli ospiti avevano centrato due legni nel giro di pochi minuti. Una volta sotto il Piace non è riuscito a reagire e i lombardi hanno avuto gioco facile a portare in porto la gara.

LA PARTITA – Scazzola deve rinunciare agli squalificati Battistini e Palma, in difesa con Tafa e Marchi torna dal primo minuto Martimbianco. Anche Gonzi parte dall’inizio, in avanti la novità è Cesarini che gioca con Pedone a supporto di De Respinis. Parte dalla panchina invece Galazzi. Parte meglio il Lecco e dopo un paio di conclusioni fuori misura è Iocolano al 9’ a creare qualche brivido alla difesa biancorossa con un colpo di testa di poco a lato. Il primo tempo è equilibrato e senza grosse emozioni. Gonzi è fra i più vivaci dei biancorossi e intorno alla mezz’ora un suo tiro deviato per poco non favorisce De Respinis, il cui tentativo di tacco è respinto dalla difesa. Poco dopo un’altra bella azione del Piacenza è conclusa di testa da Pedone: palla alta. Nel finale di frazione il pallone buono capita sul piede di Mangni, ma il suo tiro è “strozzato” e termina innocuo fra le braccia di Libertazzi.

Non ci sono cambi al rientro in campo dopo l’intervallo e il Piace rischia subito di capitolare: è la traversa (forse dopo il tocco di Libertazzi) a fermare il bolide di Lora, dopo una palla persa da Corbari, negando il vantaggio al Lecco. La squadra di Scazzola prova a rispondere subito con un tiro di Gonzi che non crea problemi a Pissardo. Ospiti ancora pericolosissimi al 57’ con il colpo di testa di Mangni che tocca il palo esterno. Scazzola cambia e manda in campo Lamesta, Maio e Scorza per Cesarini, De Respinis e Miceli, ma il Lecco passa al 70’ grazie a Merli Sala che, dimenticato dalla difesa di casa, stacca di testa su calcio d’angolo e batte Libertazzi. La reazione del Piace si limita ad un tiro di Corbari parato a terra. Nel finale entra anche Galazzi, ma la musica non cambia. I biancorossi sembrano un po’ in affanno e faticano a costruire, il Lecco al contrario controlla bene le operazioni e può festeggiare tre punti importanti.

Domenica prossima altro impegno complicato con la trasferta a domicilio del Renate.

IL COMMENTO DI LUIGI CARINI: “Una sconfitta che non allarma, ma il Piacenza dura un’ora” – Piacenza e Lecco inizialmente si punzecchiano, ma nessuna delle due intende rischiare più di tanto; in fondo il punticino non è da buttare. Al Piacenza serve per continuare la striscia positiva ed allontanarsi sempre più dalla zona play out. In assenza di Palma e Battistini, Scazzola presenta un centrocampo più propositivo dove Cesarini assume l’atteso ruolo di coordinatore e di suggeritore. Il neo acquisto, pur con qualche errore di troppo, conferma le qualità di cui è accreditato e potrebbe assumere, quando avrà raggiunto una maggior autonomia atletica (oggi arriva all’ora di gioco) un ruolo importante nel complesso dove trova valida collaborazione nel solito Corbari mentre Pedone e Miceli fanno più che adeguatamente la loro parte.

Il Lecco è squadra leggera ma veloce con attaccanti rapidi e guizzanti contro i quali faticano i difensori biancorossi, in particolare nell’uno contro uno. Così dopo che i legni per ben due volte si erano opposti alle iniziative degli ospiti arrivava puntuale la dormita difensiva su palla alta (corner) con la rete che decideva partita e risultato. Questa volta la rimonta non ha funzionato, anzi, una volta in vantaggio il Lecco ha fatto vedere le migliori iniziative; come non hanno funzionato le sostituzioni, probabilmente suggerite per riserve energetiche che per ragioni tattiche. Così ci è piaciuto soltanto il Piacenza della prima ora di gioco; poi, probabilmente è subentrata una certa stanchezza muscolare e mentale. Gravi, invece, sono queste continue amnesie difensive su palle alte: problema che si ripete dall’inizio campionato e che richiede una correzione.
Non c’è quindi da allarmarsi se è arrivata questa imprevista sconfitta casalinga. La formazione di Scazzola, una volta recuperate le energie fisiche e nervose sarà nuovamente competitiva perché l’impianto di gioco c’è e con il recupero dei vari Palma e Battistini anche il livello del complesso sarà più consistente.

LA CRONACA

Finale di partita. Sconfitta per i biancorossi che interrompono la serie positiva.

Tre di recupero.

Cade a terra in area al 90′ Lamesta ma è simulazione, cartellino giallo.

Ancora senza frutti il tentativo di reazione del Piacenza, non ci sono occasioni da gol.

All’81’ cambio Piacenza: fuori Marchi e dentro Galazzi. Cambio Lecco: fuori Mangni e dentro Moleri

Alla ricerca del pari il Piacenza pressa la formazione lombarda.

Prova a reagire con un tiro di Corbari al 73′, parata di Pissardo.

Lecco in vantaggio al 70′ su azione da calcio d’angolo, è il capitano Merli Sala a realizzare di testa.

Cambi a ripetizione al 69′: Scorza per Miceli, Maio per De Respinis e Renolfi al posto di Visconti.

Gonzi a terra dopo lo scontro con un avversario, ma si riprende.

Ammonito Merli Sala al 62′

Dentro Lamesta, fuori Cesarini al 58′.

Ancora il Lecco vicino al gol con un colpo di testa di Mangni che centra la base del palo, siamo al 57′.

Reazione del Piace con Gonzi che piazza un tiro a giro verso la porta avversaria, parata facile.

Occasione del Lecco che colpisce una traversa, al 48′ botta di Lora e Piace graziato

Si riprende senza sostituzioni nel secondo tempo.

Piacenza Lecco

Finale di tempo al Garilli, senza recupero. Gara tutto sommato equilibrata senza sussulti.

Al 41′ debole conclusione di Mangni, nessun problema per Libertazzi.

Guadagna metri il Piacenza ma finora senza vere occasioni da rete.

Tre gli angoli battuti quando siamo al 30′ tutti da parte del Lecco.

Grande azione per il Piacenza al 28′ con Cesarini che indirizza in porta dopo una conclusione di Gonzi, ma la difesa lombarda riesce a liberare.

Piacenza Lecco

Al 25′ tiro di Foglia da 25 metri ma la palla si perde a lato della porta difesa da Libertazzi.

Fallo su De Respinis, ammonito Marzorati del Lecco al 24′.

Nei frangenti centrali del primo tempo si fa vedere il Piacenza con qualche iniziativa.

Calcio di punizione di Miceli al 16′, palla in mezzo ma nessuno dei biancorossi ne approfitta.

Fallo di Cesarini sul portiere avversario in fase di rinvio, cartellino giallo al 13′ per il giocatore biancorosso.

Calcio di punizione per il Piacenza con palla in area ma non succede nulla.

Grande occasione del Lecco al 10′ con un colpo di testa di Iocolano che non ha trovato la porta.

Lecco più intraprendente, all’8′ conclusione di Azzi, palla fuori.

Ospiti più aggressivi in questa prima fase del match, ancora senza spunti interessanti.

E’ stato osservato un minuto di raccoglimento prima del via in memoria di Mauro Bellugi.

Calcio d’inizio al Garilli, partiti. Direttore di gara il signor Vergaro di Bari

Garilli riscaldamento 2021

LA FORMAZIONE

Qualche problema di formazione per mister Scazzola, che dovrà rinunciare agli squalificati Battistini e Palma, oltre all’infortunato Suljic. Capitano dei biancorossi è Marchi.

Non vuole fermarsi il Piacenza, che domenica pomeriggio è chiamato al complicato impegno al Garilli contro il Lecco (fischio d’inizio ore 15).

Quattro risultati utili consecutivi, tre vittorie e un pareggio, hanno cambiato volto alla classifica dei biancorossi, riusciti a tirarsi fuori dalla zona playout.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.