“Ora la gente è stanca e più aggressiva. Ma non bisogna abbassare la guardia”

“L’appello che facciamo ai cittadini è di non abbassare la guardia. Capisco la stanchezza, una stanchezza che valuti in tanti modi. La gente è più aggressiva, più facilmente irascibile: accogliamo al pronto soccorso persone che usano toni che a marzo e a aprile non vedevamo. Ma è necessario continuare a prestazione attenzione al virus, anche alla luce di queste varianti il problema permane”.

E’ il racconto di Enrico Cinti, infermiere del Pronto Soccorso di Piacenza, a un anno di distanza dallo scoppio della pandemia. Dodici mesi vissuti in prima linea con i sanitari e gli operatori del soccorso. “Tutti gli operatori hanno dato una disponibilità massima, incredibile – sottolinea Cinti -, al di là della normalità al fine di coprire i turni. Perché in molti si sono ammalati: questo ha comportato davvero uno sforzo imponente. Abbiamo visto fino a 100 pazienti in attesa di ricovero – racconta -, tutti i corridoi pieni di barelle, con il rumore infernale dell’ossigeno che non dimenticheremo mai più. E soprattutto quello che ci ha colpito di più era vedere queste persone morire senza poter salutare i propri parenti. Questo è stato l’aspetto più straziante”.

“Ora l’appello che facciamo ai cittadini è di non abbassare la guardia, anche se la stanchezza è tanta. Tenete presente che noi sanitari continuiamo, in tutti i turni, ad essere bardati con tute, camici, mascherina, al fine di prestare la massima attenzione, con percorsi ‘puliti’, ‘sporchi’, “intermedi”, al fine di assicurare la salute di tutti i pazienti. Ci piacerebbe – conclude Cinti – vedere la stessa attenzione da parte di tutti, per controllare la diffusione del virus”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.