Quantcast

Piace, scontro salvezza a Livorno. Scazzola “La squadra ha voglia di riscatto”

E’ una vera e propria sfida salvezza quella che attende il Piacenza nel turno infrasettimanale di campionato: mercoledì (fischio d’inizio ore 17.30, aggiornamenti in diretta su PiacenzaSera.it) i biancorossi, terzultimi in classifica, fanno visita al Livorno penultimo a un solo punto di distanza.

E’ un momento molto complicato per il Piace, reduce da due ko consecutivi, con il nuovo tecnico Scazzola chiamato a rimettere in sesto un gruppo che ha vinto una sola partita nelle ultime 14 e che anche nell’ultima gara davanti al Pontedera è apparso incapace di reagire dopo gli errori che hanno spianato la strada agli avversari. Quattro gli innesti effettuati dalla società nelle ultime ore: i difensori Marchi (che a Livorno potrebbe partire dal primo minuto) e Tafa e l’attaccante Cesarini, che si aggiungono al regista Suljic già in campo sabato scorso. “Abbiamo avuto due giorni per prepararci ad una partita molto importante – spiega Scazzola -, dobbiamo mettere in campo quelle caratteristiche fondamentali in questa categoria, intensità, cattiveria agonistica, organizzazione e compattezza; il tempo non è molto, dobbiamo cercare di acquisirle il prima possibile. Il Livorno ha fatto un mercato importante, ma dobbiamo pensare soprattutto a noi e a fare la prestazione, che non dobbiamo sbagliare. Ho visto dei ragazzi vogliosi di riscattarsi, viviamo partita per partita ma l’atteggiamento e la determinazione sono fondamentali”.

In grande difficoltà anche il Livorno, che paga in classifica i cinque punti di penalizzazione. La squadra di Dal Canto arriva dal ko di misura sul campo del Lecco, arrivato dopo due risultati utili consecutivi. Toscani molto attivi in chiusura di mercato, con gli arrivi dei centrocampisti Buglio e Castellano, del difensore Blondett e della punta Dubickas. “Col Piacenza sarà uno scontro diretto per non retrocedere – le parole del tecnico alla vigilia riportate dal sito della società -. Loro avranno il nostro stesso atteggiamento, dando pochi spazi e cercando di sfruttare gli episodi. La squadra non va appesantita nelle responsabilità, sappiamo dell’importanza del match. Noi dobbiamo solo pensare a fare del nostro meglio e poi vedremo cosa siamo riusciti a fare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.