Quantcast

“Vogliamo più dosi possibili, pronti ad acquistarle sul mercato internazionale”

L’Emilia Romagna non scarta l’ipotesi di acquistare vaccini in proprio sul mercato internazionale, magari in sinergia con altre Regioni come il Veneto. Lo ribadisce il presidente della Regione Stefano Bonaccini nel corso di un’intervista radio.

“Stiamo parlando di vaccini che servono a tutelare la salute delle persone e persino la loro vita, ma ogni regola verrà rispettata, ci mancherebbe – afferma Bonaccini a Radio24 -. Si tratta di tenersi pronti ad ogni eventualità nel caso ci siano difficoltà da un lato e opportunità ulteriori dall’altra” nella fornitura dei vaccini. Per quanto riguarda il piano vaccini “ha bisogno di avere più dosi possibili, tutto qui – risponde il presidente che chiede non ci siano altri rallentamenti nelle consegne. In Emilia Romagna dal punto di vista organizzativo e operativo “saremmo in grado di fare 1,3 milioni di vaccinazioni al mese”, ricorda ancora il presidente, vuol dire che “in pochi mesi riusciremmo a vaccinare tutti. Il tema è pretendere che le dosi dei vaccini arrivino, che vengano autorizzati altri vaccini per avere una gamma di vaccini piu’ estesa e affidabile possibile”.

Sulla duffusione del virus, Bonaccini ha manifestato le sue preoccupazioni. “Il tema vero è che le varianti stanno circolando. In questi ultimi giorni in Emilia Romagna abbiamo visto una crescita non banale di casi positivi e molti sono riconducibili alle varianti. L’Umbria potrebbe diventare zona rossa, la Toscana potrebbe tornare zona arancione. Il virus sta circolando”. “Tutti i miei colleghi presidenti hanno espresso, tranne due, l’opinione che bisogna essere ancora prudenti”, ha spiegato. Rispetto all’ipotesi di un nuovo lockdown generalizzato ventilato da alcuni scienziati, Bonaccini ha detto a Radio24 che “siamo attenti, come abbiamo sempre fatto, alle evoluzioni. Il quadro cambia talmente rapidamente che bisogna affrontare le questioni in maniera molto seria, non emotiva, con la responsabilità di chi deve prendere le decisioni, ascoltando la scienza, sul piano politico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.