Quantcast

Alma forma l’Alberghiero di Piacenza: corsi di cucina e laboratori per gli studenti di quinta superiore

Alma (Scuola Internazionale di Cucina Italiana) forma gli studenti del Raineri Marcora.

Cominciano questa settimana i corsi organizzati da Alma per l’Istituto Alberghiero di Piacenza. Alcuni docenti scelti dalla prestigiosa scuola internazionale di cucina di Colorno, fondata da Gualtiero Marchesi, metteranno la loro esperienza a disposizione delle classi quinte (cucina, sala, pasticceria e accoglienza turistica) per laboratori dedicati a varie tematiche. I corsi di cucina prevedono la realizzazione di tre piatti della tradizione italiana rivisitati in chiave moderna attraverso l’uso di nuove tecniche di cucina con la chef Ambassador Marta Confente (che vanta tra le altre una esperienza al ristorante tre stelle Michelin Piazza Duomo di Alba).

Per la classe di pasticceria è prevista una lezione dimostrativa sulla preparazione di una torta moderna con la richiesta agli studenti di replicare lo stesso dolce con Antonello di Maria, docente pasticcere nella scuola di Colorno. Due classi di sala avranno l’opportunità di potenziare le loro conoscenze di Bartending facendo insieme al docente Giacomo Albieri una panoramica sulle proposte ristorative (pre dinner, after dinner, long drink) e cimentandosi nella preparazione di cocktail di base. Anche i ragazzi di Accoglienza Turistica avranno la possibilità di svolgere una lezione “laboratoriale” grazie all’intervento dell’esperta Head Butler e Interior Manager Marta Presciutti che dedicherà il suo intervento al tema “Ospitalità e accoglienza: attenzione ai dettagli, anticipazione delle richieste del cliente e laboratorio pratico di gestualità e simulazione di dinamiche della grande hotellerie”.

Un bel pacchetto di opportunità professionalizzanti per i ragazzi che riceveranno al termine dei corsi attestati di partecipazione. “L’iniziativa – afferma la dirigente scolastica del Raineri Marcora Teresa Andena – rientra nella linea di scelta didattica dell’Istituto, orientata alla professionalizzazione di eccellenza. La convenzione con Alma significa un salto di qualità verso la grande ristorazione e verso la riflessione sulla valenza culturale del mondo della tecnologia che ruota intorno al cibo. I diversi contributi compiono un giro a 360 gradi sull’evoluzione di questo mondo tanto penalizzato dalla pandemia, ma che comunque guarda al futuro”. “Il rapporto tra Alma e gli istituti alberghieri è fondamentale – specifica il direttore generale di Alma Andrea Sinigaglia – La speranza di Alma è quella di portare entusiasmo e prospettiva agli studenti attraverso contenuti e didattica innovativa. Un grande plauso va alla dirigente Andena per questa iniziativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.