Quantcast

Anche i militari dell’esercito in campo per le vaccinazioni covid “Vogliamo accelerare” foto

A bordo di due ambulanze, nei mesi scorsi hanno percorso oltre 18mila chilometri sulle strade provinciali supportando il 118 nel trasporto dei pazienti verso l’ospedale.

Adesso saranno di nuovo impegnati in prima linea nella lotta al covid, collaborando nell’attività di vaccinazione. Sono i militari dell’esercito italiano di Piacenza, che continuano la loro sinergia con l’Ausl in una fase estremamente complessa dal punto di vista sanitario per il nostro territorio. Il nuovo impegno dell’Esercito è stato, simbolicamente, ufficializzato nella mattinata del 5 marzo nel parcheggio davanti alla centrale operativa 118 di Piacenza, in via Anguissola. Per l’occasione erano presenti Luca Baldino, direttore generale Ausl Piacenza; Sergio Santamaria, generale e comandante Polo di Mantenimento Pesante Nord; oltre ad Enrica Rossi e Stefano Nani, direttore e coordinatore Emergenza Urgenza 118 Piacenza.

“Ringrazio a nome dell’Azienda Usl di Piacenza l’Esercito Italiano per la proficua collaborazione che ci ha dato in questi mesi appena trascorsi – ha detto Baldino -. I militari passano ora dalle ambulanze ad un supporto alla campagna di vaccinazione, il che ci permetterà una forte accelerazione nella somministrazione delle dosi per le prossime settimane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.