Quantcast

AstraZeneca, Ausl “Sospensione fulmine a ciel sereno, 2.400 le prenotazioni da riprogrammare”

La sospensione del vaccino AstraZeneca è stata “un fulmine a ciel sereno”.

E’ il commento del direttore generale dell’Ausl di Piacenza, Luca Baldino, durante la presentazione del report settimanale dell’andamento dell’epidemia nel nostro territorio. L’annuncio della sospensione è arrivato alle 16 e 30 del 15 marzo, dice Baldino, e immediatamente è stata sospesa, in tutti i centri vaccinali di Piacenza, l’attività di vaccinazione con AstraZeneca. In attesa del pronunciamento di Ema, atteso per giovedì 18 marzo, sono state sospese tutte le prenotazioni per i cittadini di età compresa tra 75 – 59 anni con AstraZeneca, “perché sarebbe illegittimo farlo, al momento, vista la sospensione – spiega Baldino -. In queste ore, al massimo nella mattinata del 17 marzo verranno riaperte le prenotazioni, senza specificare la tipologia di vaccino”.

Se giovedì 18 Ema darà di nuovo il via libera al vaccino, da venerdì 19 o da sabato 20 marzo riprenderanno le vaccinazioni. Quelle già previste in questi giorni sono 2.400, da riprogrammare nella prossima settimana. “A questo punto – dice il direttore generale – anche chi si è prenotato senza avere l’indicazione del tipo di vaccino, avrà la conferma che si tratta di AstraZeneca”. Qualora invece arrivi una bocciatura da parte di Ema, “in tutta Italia e Europa dovremo rivedere il piano vaccinale – dice il direttore generale Baldino -. Più o meno nella seconda metà di marzo e il mese di aprile il 50% delle vaccinazioni era previsto con AstraZeneca”.

AUSL “PRENOTAZIONI RIAPERTE PER GLI OVER 75” – In riferimento alla temporanea sospensione, in via precauzionale, della somministrazione del vaccino AstraZeneca decisa da AIFA, l’Agenzia italiana del farmaco, l’Azienda Usl di Piacenza comunica che sono riaperte le prenotazioni per tutte le persone nate nell’anno 1946 e negli anni precedenti. Intanto, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, Agenzia europea per i medicinali, sono sospesi gli appuntamenti vaccinali fissati per i giorni 16, 17 e 18 marzo che prevedevano la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Per la maggior parte queste prenotazioni riguardano il personale della Scuola e dell’Università e le Forze dell’Ordine e Forze armate.

Anche i medici di famiglia hanno sospeso gli appuntamenti già presi con i loro assistiti fino al 18 marzo compreso. Nelle prossime ore, a seguito delle valutazioni e comunicazioni di AIFA e EMA, l’Azienda Usl di Piacenza contatterà tutte le persone prenotate nelle le giornate dal 15 al 18 marzo, per una riprogrammazione della vaccinazione. Per quanto riguarda il completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose di AstraZeneca, si attendono indicazioni dall’Agenzia del Farmaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.