Quantcast

Banca di Piacenza, due opere piacentine vincono i concorsi di fotografia e pittura

Le piacentine Alessandra Podrecca (con la foto “Nuova vita in Cristo”) ed Elena Cavanna (con l’opera “Ferite dinamiche”) sono le vincitrici, rispettivamente, dei concorsi di fotografia e di pittura che la Banca di Piacenza ha bandito in occasione dell’Ostensione a Palazzo Galli dell’Ecce Homo di Antonello da Messina.

Hanno prevalso su alcune centinaia di fotografie e dipinti arrivati da tutt’Italia e anche dall’estero (Russia e Portogallo), a decretare un successo inaspettato dell’iniziativa. Nel primo caso, la giuria ha premiato la rappresentazione del passo del Vangelo di Giovanni nel quale Pilato consegna ai sacerdoti, dopo averlo fatto flagellare, Gesù, con la forza inaudita del suo amore per gli altri espressa da Alessandra Podrecca attraverso le mani di un bimbo, simbolo di purezza e speranza. Il quadro di Elena Cavanna (foto sotto) ha invece prevalso su tutti gli altri “per la sapiente capacità – si legge nella motivazione della giuria – di tradurre il pathos dell’Ecce Homo in un’immagine al limite dell’astratto, con pennellate dinamiche e vibranti che suggeriscono un volto che si confonde con una croce”.

“Ferite dinamiche” di Elena Cavanna

Per la sezione fotografia, secondo posto assegnato ad Angelo Carmisciano di Mantova (“Kenosis”, il titolo del lavoro presentato); terzo gradino del podio per Giuseppe Balordi con “Auschwitz: Ecce Homo XX Secolo”. Nel concorso di pittura, seconda posizione a Paola Ricchiuti di Bergamo con il soggetto “Ecce Homo-La fonte prima” e terzo posto per Lucia Caprioglio di Torino con il quadro “Ecce Homo, un solo volto due espressioni: dolore e serenità”. Una menzione speciale è stata riconosciuta dalla giuria ai dipinti realizzati da Valeria Gai di Formello (Roma), Maria Nesterova di San Pietroburgo (Russia), Emilio Sgorbati di Agazzano e Irene Vacca di Roma, che riceveranno una pergamena.

Le commissioni chiamate a giudicare i lavori in gara erano presiedute dal vicedirettore generale della Banca Pietro Boselli, coadiuvato (per il concorso fotografico) da Giorgio Braghieri, presidente della Fondazione Opera Pia Alberoni e Patrizio Maiavacca, del Gruppo fotografico Idea Immagine; e – per il concorso di pittura – da Umberto Fornasari, della Fondazione Opera Pia Alberoni e Alessandro Malinverni, storico dell’arte e Conservatore del Museo Gazzola.

All’iniziativa hanno dato seguito  anche alcune scuole primarie, fra le quali si è particolarmente distinta l’Elementare Sant’Orsola, ai cui alunni andrà una medaglietta che ricorda l’Ostensione dell’Ecce Homo a Palazzo Galli, dove si svolgerà la cerimonia di premiazione (la data sarà comunicata in seguito). Questi i premi che verranno consegnati: per il concorso fotografico, una Mirrorless Canon EOS M50 (1° classificato), una action camera GoPro Hero 9 (2° classificato) e un Drone Dji Tello Boots Combo (3° classificato); per il concorso di pittura, al vincitore una Mirrorless Canon EOS M50; altri premi per il podio, un cofanetto Caran d’Ache 80 colori Museum e un temperamatite in metallo Edizione standard Caran d’Ache. A ricordo, prevista la consegna a tutti i concorrenti di un attestato di partecipazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.