Quantcast

Come creare un curriculum perfetto per trovare lavoro nel 2021

Più informazioni su

Tutti sanno cosa può fare un curriculum ben scritto quando si tratta di assicurarsi la chiamata per un colloquio. I CV non sono mai un qualcosa di obsoleto, quindi non sottovalutare l’impatto dello stile con cui decidi di scriverlo. Se pensi il contrario, possiamo assicurarti che vengono ancora letti sia da robot che da umani. La prima azione dei recruiters è controllare il tuo CV quando vedono la tua candidatura nella casella delle email, o nella lista di quelli cartacei ricevuti.

I suggerimenti per scrivere un buon CV per trovare lavoro non sono gli stessi ogni anno. Le tendenze sono sempre diverse e nel 2021 vale la stessa regola. Sono passati decenni da quando è iniziato il “declino” dell’uso di CV stampati, ma non per questo non si può assistere ad una costante rivoluzione nei consigli per scriverne uno al meglio e aumentare le chance di trovare lavoro. Ecco alcuni consigli per creare un curriculum perfetto al fine di trovare lavoro nel 2021.

Scegli un layout semplice da visionare

Anche se potresti essere tentato nel ravvivare il tuo CV, è importante prendere una strada comunque più minimalista. I CV con troppe immagini o colonne probabilmente non passeranno attraverso il sistema di monitoraggio dei candidati utilizzato per elaborare il modulo di domanda. Invece, mantieni le cose semplici utilizzando un layout pulito ed elenchi puntati per evidenziare i punti più importanti. Ricorda che i recruiter dedicano in media solo 6 secondi alla revisione di un curriculum, il che significa che dovrai risultare il più possibile efficace.

Metti il tuo nome e i dettagli di contatto in cima al curriculum

Poiché le informazioni più importanti dovrebbero essere facili da vedere, a colpo d’occhio, assicurati di utilizzare un carattere leggermente più grande per il tuo nome e di riporlo in alto. Fornisci anche il tuo numero di telefono, indirizzo e-mail e indirizzo di casa, sempre in alto in modo che i potenziali datori di lavoro possano notare rapidamente se risiedi in un luogo remoto o vicino alla sede di lavoro.

Illustra soltanto i tuoi lavori più recenti

Non è necessario elencare i tuoi lavori precedenti per data. Elencali per rilevanza piuttosto. Elenca i lavori più rilevanti per il datore di lavoro in primis. Ciò consentirà al datore di lavoro di risparmiare tempo nella ricerca di esperienze lavorative pertinenti nel tuo CV. Usa elenchi puntati e assicurati di aggiungere i tuoi obiettivi, le responsabilità chiave, ecc che hai avuto nei precedenti lavori. I lavori che hanno più di 10 anni possono essere evitati, a meno che non siano i tuoi più recenti ovviamente.

Non dimenticarti di ottimizzare il CV in ottica ATS

 Molte aziende, spesso anche quelle più piccole, utilizzano i sistemi di tracciabilità dei candidati, in inglese abbreviati con ATS. Questi software sono molto più efficienti degli umani. Controllano il tuo CV in un battibaleno e verificano subito se è rilevante per l’azienda. I CV irrilevanti, con errori o semplicemente non abbastanza buoni a livello di parole chiave e di matching con la posizione lavorativa, verranno eliminati da questi “robot” e il tuo CV non verrà quindi visto dai recruiter umani. Fai delle ricerche sull’azienda per capire cosa stanno cercando. Ottimizza il tuo CV per renderlo compatibile con ATS. Usa parole chiave pertinenti ed evita quelle non adatte al ruolo per cui ti stai candidando: in questo modo eviterai di essere scartato.

Non dimenticare eventuali referenze

Uno dei dettagli più importanti che dovresti inserire sul tuo CV sono alcuni riferimenti personali o professionali: le cosiddette referenze. La maggior parte dei datori di lavoro apprezza il fatto di poter contattare due o tre referenze, in modo da verificare l’effettiva competenza del candidato. Assicurati di chiedere il permesso a queste referenze ovviamente, includi dettagli di contatto aggiornati e magari fornisci loro anche una copia del tuo CV, in modo che possano avere dei buoni spunti di discussione.

Fai vedere il tuo CV a qualcuno, prima di spedirlo

Non importa quante volte lo riguardi, potresti non vedere gli errori che si trovano sul tuo CV, quindi è meglio farlo controllare da qualcun altro. Puoi ottenere un aiuto professionale, ma non sarà gratuito. Assicurati che sia completamente pronto prima di essere inviato al datore di lavoro, magari facendolo leggere anche a qualche amico o familiare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.