Quantcast

Covid, Bonaccini “In Regione trasfusioni di plasma iperimmune per 170 pazienti”

“Continuiamo a combattere il virus con tutte le nostre forze e tutti gli strumenti a disposizione”.

Così il presidente della Regione Emillia Romagna Stefano Bonaccini commenta – con un post su facebook – i risultati di uno studio regionale sull’utilizzo del plasma iperimmune nella lotta al covid. “Alcuni mesi fa – scrive Bonaccini – -, insieme al Centro Regionale Sangue, avevamo avviato uno studio regionale su 100mila donatori di sangue dell’Emilia-Romagna. L’obiettivo della ricerca consisteva nel dare un contributo allo sviluppo delle conoscenze sulle risposte anticorpali al Covid, e così è stato. I risultati dello studio hanno permesso di individuare donatori guariti dal virus e arruolabili per la donazione del plasma iperimmune. Grazie a loro sono state rese disponibili 57 sacche di plasma con le quali, dopo l’inattivazione virale come da protocolli clinici internazionali, si potranno effettuare trasfusioni rispondendo a 170 pazienti“.

Alcuni mesi fa, insieme al Centro Regionale Sangue, avevamo avviato uno studio regionale su 100mila donatori di sangue…

Pubblicato da Stefano Bonaccini su Venerdì 12 marzo 2021

RANCAN (LEGA ER) “OTTIMA NOTIZIA IL VIA LIBERA ALLA TERAPIA ANCHE IN ER: LA CHIEDEVAMO DA 1 ANNO”

“Finalmente. E’ un’ottima notizia l’avvio della sperimentazione anche in Emilia-Romagna della terapia al plasma iperimmune. Una terapia che la Lega sta sollecitando alla giunta Bonaccini da quasi un anno e che permetterà di salvare molte vite”. Così il capogruppo della Lega Er, Matteo Rancan, alla notizia che anche in Emilia-Romagna sta per partire la terapia sperimentale anti-Covid col plasma iperimmune, sui primi 170 pazienti.

“Si tratta di una terapia che, oltre ad essere sicura e potenzialmente molto efficace, presenterebbe vantaggi ulteriori correlati all’economicità (in Italia le donazioni sono gratuite per legge), alla possibilità di accumulare plasma per un’eventuale prossima ondata di contagi e ancora alla possibilità di selezionare plasma per ogni caso specifico, in base ai risultati degli esami aggiuntivi effettuati sul titolo neutralizzante degli anticorpi” conclude Rancan.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.