Quantcast

Covid, Donini “Tanti focolai in Regione, pronte nuove restrizioni”

Dopo una settimana in zona arancione, con una stretta ulteriore per la Città Metropolitana di Bologna, il circondario imolese e alcune province della Romagna, l’Emilia Romagna è pronta ad estendere le restrizioni per contenere la diffusione dell’epidemia.

Domenica 28 febbraio Stefano Bonaccini, presidente della Regione, durante un collegamento alla trasmissione ‘Non è la D’Urso’ su Canale 5 aveva già fatto capire che l’allerta sul fronte contagi è massima. Oggi, lunedì 1 marzo, l’assessore alla Salute Raffaele Donini, rispondendo alle domande dei cronisti in videoconferenza, ha confermato le preoccupazioni del governatore. “Abbiamo una Regione che è passata in arancione da qualche giorno – ha detto -, ma nonostante questo abbiamo convenuto con gli amministratori locali ulteriori misure di contenimento a partire dalla scuola. Capisco che è una situazione molto discussa – ha aggiunto – ma i numeri sulla scrivania del Presidente Bonaccini e dei direttori generali parlano di un raddoppio casi negli ultimi giorni, tanti focolai, e una modificazione genetica del virus che è andata a colpire addirittura i bambini, e su questo era doveroso intervenire”.

Così, sull’esempio di quando avvenuto in altre zone della Regione, ulteriori divieti verranno adottati – ha annunciato Donini – “sicuramente” in “altre province a livello regionale. Poi la situazione va monitorata ora per ora, perché quando sarà oggetto di valutazione complessiva in settimana dovremo fare, diciamo così, una valutazione insieme al ministero rispetto anche a quello che è la pressione sui reparti ospedalieri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.