Quantcast

Andare dal medico o a vaccinarsi: un “taxi” gratuito per gli over 65 di Fiorenzuola

Più informazioni su

Prenderà il via a Fiorenzuola D’Arda (Piacenza), a partire dal 15 marzo, il “taxi sociale”. Il progetto è stato presentato nel pomeriggio del 2 marzo nella Sala dell’Orologio del Municipio di Fiorenzuola alla presenza del primo cittadino Romeo Gandolfi, del vice sindaco Paola Pizzelli e di una rappresentanza dei volontari dell’Auser di Fiorenzuola del Circolo “Gianni Boiardi”.

«Si tratta di offrire uno strumento al servizio degli over 65 che necessitano prestazioni sanitarie – spiega Pizzelli –. Grazie ad una intesa tra Comune, Auser e l’imprenditrice Federica Bussandri, patron di una concessionaria auto della città della Val D’Arda, contiamo di poter rispondere ai fabbisogni emergenti che riguardano questioni prettamente sanitarie: visite mediche, recarsi in farmacia, prestazioni riabilitative o comunque cure specialistiche, così come doversi recare a vaccinarsi o andare negli ospedali di Fiorenzuola, Piacenza o Fidenza”. Per prenotare il servizio, totalmente gratuito per chi ne usufruisce, è necessario telefonare il numero 388/8772658attivo dalle ore 8 alle ore 14, dal lunedì al venerdì – al quale risponderà uno dei volontari dell’Auser di Fiorenzuola. «Anzitutto – prosegue il vicesindaco Pizzelli – per agevolare l’organizzazione e per riuscire a pianificare al meglio i viaggi, è opportuno che si prenoti anticipatamente, con almeno due giorni di anticipo. Ci tengo a rimarcare la gratuità del servizio, i cui costi di mantenimento sono a carico del Comune e di Auser, con quest’ultima che mette in campo i propri volontari come autisti».

taxi sociale fiorenzuola

«Nelle settimane scorse sono stata contattata dai volontari di Auser che mi hanno parlato di questo ambizioso e bellissimo progetto – spiega l’imprenditrice Federica Bussandri -. Assieme abbiamo ragionato sulle esigenze e dell’allestimento del mezzo. La scelta è quindi caduta su un Peugeut Rifter. La mia azienda ha contribuito anche con una somma di denaro per l’acquisto del mezzo; ora la sfida è trovare altri sponsor locali per sostenere l’intera spesa di acquisto del veicolo. Credo fermamente che sia un’opportunità davvero bella quella di contribuire alla mobilità e la qualità della vita delle persone anziane, spesso anche sole, che hanno bisogno di andate dal medico oppure ad acquistare farmaci».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.