Quantcast

Fai Webinar, doppio incontro online alla scoperta di Piacenza e Monticelli

Più informazioni su

Due visite virtuali, dedicate alla scoperta del nostro territorio e della nostra città, seguendo percorsi insoliti e approfondendo temi particolari e poco conosciuti come il legame di Monticelli d’Ongina con la cultura ebraica e la storia del reticolo di rivi urbani che ancora percorre il sottosuolo di Piacenza.

Sono i Fai Piacenza Webinar, un’iniziativa online – rivolta agli iscritti Fai (Fondo Ambiente Italiano) su prenotazione – promossa dalla Delegazione di Piacenza del Fai, dal Gruppo Fai Monticelli d’Ongina e dal Fai Giovani, in programma il 23 e il 30 marzo. Il primo incontro si terrà martedì 23 marzo (ore 21) ed è stato intitolato “Sulle tracce della Monticelli ebraica”. “Dopo il grande successo delle Giornate FAI d’Autunno 2019 – spiegano gli organizzatori – torniamo sulle tracce della Monticelli d’Ongina ebraica. Nell’ambito del Progetto Memoria attiva dell’Istituto Comprensivo di Monticelli d’Ongina e dalla collaborazione tra Gruppo FAI di Monticelli d’Ongina, ANPI e Museo della Resistenza Piacentina, nasce un tour virtuale che ci accompagna per le vie di Monticelli alla scoperta di un’antica storia curiosa e poco raccontata, che però vive ancora nelle contrade e in alcuni edifici del paese: quella dell’antica comunità ebraica monticellese”.

INFO PRENOTAZIONE E PARTECIPAZIONE: Posti limitati, prenotazione obbligatoria entro lunedì 22 marzo compilando il modello a questo link urly.it/3bkkf 

Il secondo incontro, dal titolo “Alla scoperta dei rivi urbani di Piacenza”, è in programma martedì 30 marzo (ore 21). “Dopo il grande interesse suscitato durante le Giornate FAI d’Autunno 2018 a Piacenza – informano gli organizzatori -, torniamo a raccontarvi la storia, gli aneddoti ed il tracciato dei rivi artificiali che dalla presa sul Trebbia conducono acqua fino al centro cittadino. Un reticolo ben progettato, con origini romane, ancor oggi in parte conservato, che permetteva in tempi passati di usufruire dell’acqua per i più diversi usi: dalla difesa, all’agricoltura, all’uso per muovere le macchine di artigiani e delle prime industrie piacentine.

INFO PRENOTAZIONE E PARTECIPAZIONE: Posti limitati, prenotazione obbligatoria entro lunedì 29 marzo compilando il modello a questo link urly.it/3bkkm

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.