Quantcast

La scherma riparte dal Camp di Ferriere che diventa sempre più europeo

La scherma ci crede e la bufera passerà. Il Circolo Pettorelli di Piacenza, infatti, ha programmato il Camp estivo 2021 a Ferriere. Istruttori, maestri e atleti si troveranno di nuovo in montagna dal 23 al 28 agosto. Un Camp destinato a diventare sempre più europeo, perché sono diversi i club di altre nazioni che hanno telefonato per avere informazioni.

«E’ un segnale di fiducia e di speranza – ha affermato Alessandro Bossalini, presidente del Pettorelli – per questo triste periodo che ha cambiato un po’ tutti. I ragazzi e le ragazze, però, tengono duro e restano fedeli ai valori della scherma e dell’amicizia». Bossalini ricorda l’ottima esperienza dello scorso anno, al Ferriere Camp dell’alta Valnure, con le strutture sportive che hanno ospitato una cinquantina di atleti e istruttori, alcuni dei quali provenienti anche da Spagna e Svizzera. Ma in montagna sono saliti anche i giovani di altri Circoli di scherma, come quelli di Cremona e Milano.

«L’appuntamento è importante – spiega il Boss – per preparare al meglio la prossima stagione, che ci auguriamo si possa svolgere come nel periodo pre Covid. Gli atleti non si sono mai fermati e hanno continuato la preparazione, sempre all’insegna del rispetto delle regole e della massima sicurezza. Regole e sicurezza che, comunque, verranno rispettate con rigore anche a Ferriere. In questi giorni abbiamo ricevuto l’interesse da parti di altri club europei».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.