Quantcast

“La scuola è a scuola”. Manifestazione sul Facsal contro la didattica a distanza VIDEO

Più informazioni su

“Chiediamo una scuola che non sia la Dad, la scuola è relazione e in questo crediamo fortemente”.

E’ arrivata anche a Piacenza la mobilitazione contro la didattica a distanza che venerdì ha toccato 60 città italiane per per chiedere la riapertura in presenza, in sicurezza e in continuità di tutti gli istituti scolastici, dal nido all’università. Una protesta lanciata da Priorità alla Scuola in concomitanza con lo sciopero proclamato dai Cobas, a cui ha dato la propria adesione il Coordinamento Nazionale Precari Scuola.

VIDEO

“La scuola è a scuola” recitava uno striscione esposto nel corso della manifestazione andata in scena nella nostra città all’inizio del Facsal, vicino al liceo scientifico. “La scuola è creatività, idee, fantasia, opprotunità socializzazione e inclusione e tutto questo non sta avvenendo – denuncia Alessandra Rebecchi, rerente del gruppo “Priorità alla scuola Piacenza” -. Stiamo lasciando tutti i bambini, i ragazzi, gli adolescenti per diverse ore davanti allo schermo, tutti i giorni. Come genitori e insegnanti vogliamo che la scuola torni ad essere un’agenzia formativa ben presente sul territorio e molto importante: curiamo la scuola ma non chiudiamola”.

Nel pomeriggio il premier Mario Draghi ha intanto annunciato la riapertura delle scuole fino alla prima media.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.