Quantcast

Le conseguenze della pandemia sull’occupazione femminile in una video conferenza del Pd

Più informazioni su

“Le donne e il lavoro che manca” è il titolo di una conferenza online che la Conferenza delle Democratiche e il Pd propongono per il 19 marzo alle 17.30 in diretta Facebook.

“Sarà l’occasione per affrontare un problema aggravato dall’emergenza sanitaria – afferma Giulia Piroli per le organizzatrici -, basti pensare che nella nostra regione per tutto il 2020 si sono verificate ripetute flessioni congiunturali dell’occupazione. Gli effetti più importanti si sono manifestati tra marzo e giugno 2020 con oltre 37mila posizioni dipendenti perse, di cui oltre 22mila femminili, pari al 60%”. Il riferimento è al Rapporto Emergenza Covid: l’impatto sulle donne e le azioni promosse dalla Regione Emilia-Romagna” secondo i cui dati pesante è stata la penalizzazione della componente femminile dell’occupazione. Su 100 posizioni perse nel settore ‘Commercio, alberghi e ristoranti’, ad esempio, 55 riguardano donne, quota che sale a 81 posizioni femminili perse ogni 100 negli ‘altri servizi’.

“Ci confronteremo su questo problema con l’Assessore regionale Vincenzo Colla – continuano le organizzatrici – e ascolteremo la testimonianza diretta di donne che vivono sulla loro pelle la situazione certamente aggravata dal Covid ma che, di partenza, rappresenta una disparità sulla quale la politica deve trovare risposte”. Il programma prevede, dopo i saluti del Segretario provinciale Silvio Bisotti, l’introduzione della stessa Piroli che presentare le proposte del “Women new deal” e l’intervento dell’assessore Colla, le testimonianze di Nadia Maffini, Patrizia Calza, Barbara Zanelli, Stefania Pisaroni, Serena Groppelli. Tiziana Albasi. Conduce l’incontro Giovanna Palladini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.