Quantcast

Lega “No a riduzioni del salario accessorio del personale sanitario”

“Giù le mani dal salario accessorio del personale sanitario che alcune aziende sanitarie vorrebbero ridurre. Anzi, riteniamo sia necessario che la Regione avvii percorsi di valorizzazione economica e professionale, dovuti e imprescindibili, per tutti coloro che hanno dimostrato di essere il vero valore aggiunto del Sistema Sanitario durante la pandemia”.

Lo chiedono in un’interrogazione alla Giunta i consiglieri regionali piacentini della Lega Valentina Stragliati e Matteo Rancan, capogruppo Lega Er, per i quali sarebbe necessario che il governo regionale “aprisse un confronto con le parti sociali volto a rendere la contrattazione integrativa lo strumento per gestire l’organizzazione del lavoro, oltre che elemento centrale per la valorizzazione dell’impegno degli operatori della nostra sanità e della qualità del Servizio Sanitario Regionale”.

“Ieri, 25 marzo 2021 – ricordano Stragliati e Rancan -, è iniziata una raccolta firme che interesserà circa 60.000 dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale, finalizzata ad informare e sensibilizzare le istituzioni locali e regionali sulla priorità di contrastare le riduzioni di stipendio avanzate da alcune aziende sanitarie. La gestione dell’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del virus Covid – 19, le necessità legate alla crescita di voci di spesa quali, ad esempio, gli straordinari o le indennità di turno, unitamente all’indispensabile aumento delle assunzioni stanno paradossalmente provocando una diminuzione del salario accessorio delle dipendenti e dei dipendenti del Servizio Sanitario Regionale” attaccano i leghisti.

“Pertanto riteniamo ingiusta e inopportuna qualsiasi ipotesi di riduzione del salario accessorio avanzata dalle aziende sanitarie. E’ per questo che crediamo che a questo punto non sia più differibile l’apertura ad un confronto che renda la contrattazione integrativa lo strumento per gestire l’organizzazione del lavoro nel sistema sanitario” concludono Stragliati e Rancan.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.