Quantcast

L’Inferno di Dante emoziona anche in streaming, recital per gli studenti

Il recital teatrale per voce solista con musica dal vivo “Dante: discesa all’inferno” ha caratterizzato, questa mattina, uno degli appuntamenti più attesi nell’ambito del progetto “conCittadini”.

Recital Dante in Provincia

Dalla Sala Consiglio della Provincia l’attore Mino Manni e la violinista Silvia Mangiarotti sono stati protagonisti di una emozionante performance ideata per celebrare Dante a 700 anni dalla sua morte e per riassaporare la grandezza e la potenza del sommo poeta e della sua opera più celebre, la Divina Commedia. Della prima cantica, l’Inferno, sono stati interpretati i canti I, V, XXVI e XXXIII, incentrati sulla condizione dell’uomo e sui suoi peccati.

Nell’impossibilità di avere in presenza studentesse e studenti, stante la collocazione in ‘zona rossa’ dell’Emilia-Romagna, nella sede della Provincia hanno assistito al recital – nel pieno rispetto delle norme anticontagio – Paola Cordani per l’istituto Romagnosi, Rita Croci per l’Ufficio Scolastico Provinciale, Adriana Santoro dirigente scolastica dell’IC Gandhi e la moderatrice degli eventi del progetto “conCittadini” Clara Rossi, mentre ragazze e ragazzi partecipanti al ricco calendario di momenti formativi erano connessi in diretta streaming con il canale YouTube della Provincia di Piacenza che ha diffuso l’evento.

Recital Dante in Provincia

A promuovere e a coordinare il progetto di cittadinanza attiva “conCittadini” è l’Assemblea legislativa che, dal 2011, collabora con l’Ufficio scolastico regionale alla costruzione di una comunità aperta fatta di educatori, amministratori e operatori del terzo settore che, attraverso il lavoro di rete, condividono esperienze, iniziative e buone pratiche. L’iniziativa è aperta alle scuole di ogni ordine e grado del territorio; istituzioni e numerose realtà associative aderiscono alla rete in qualità di coordinatori. Tre i filoni tematici di riferimento per i progetti di quest’anno scolastico: memoria, diritti, legalità. I momenti formativi, in calendario fino ad aprile, presentano un’idea di cittadinanza in grado di adattarsi alla civiltà globale e ad un mondo in rete, dove il senso di appartenenza, i diritti e la cittadinanza si espandano oltre i confini nazionali.

Il consigliere provinciale con delega a Politiche Giovanili e Sociali, Valentina Stragliati, ha portato i saluti del presidente della Provincia, Patrizia Barbieri, e ha così sintetizzato lo spirito della giornata: “Seppur con i limiti legati all’emergenza sanitaria in corso, abbiamo voluto mantenere comunque questo evento così significativo per gli studenti: la pandemia non deve diventare una scusa per arretrare sul fronte della cultura. In questo momento così difficile dobbiamo anzi essere resilienti: celebrare Dante e la sua poesia, oggi, rappresenta un momento di luce e di rinascita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.