Quantcast

“Medici specializzandi per potenziare il piano vaccinale”, Ausl di Piacenza apre la selezione

Dopo l’anticipazione dei giorni scorsi da parte della Regione, anche l’Ausl di Piacenza è pronta a schierare i medici specializzandi per potenziare l’attività di somministrazione dei vaccini anti Sars – Cov 2. Sull’albo pretorio dell’azienda è stato pubblicato un bando di selezione.

“L’attività richiesta ai medici specializzandi si articolerà nei seguenti contenuti essenziali – si legge nel documento – indicati in modo non esaustivo, svolti in coerenza con le indicazioni organizzative e i protocolli clinici definiti dalla programmazione nazionale e regionale per la vaccinazione contro il Sars – Cov 2”.

– raccolta e valutazione dell’anamnesi clinica pre-vaccinale

– supporto informativo ai fini dell’espressione del consenso informato

– supervisione medica e partecipazione diretta alle attività di preparazione e somministrazione del vaccino

– supervisione medica alle attività di osservazione dei soggetti vaccinati e per la registrazione della vaccinazione nel sistema informativo nazionale.

“L’attività potrà essere prestata su tutto il territorio dell’Azienda Usl di Piacenza, in base alle esigenze organizzative, mediante conferimento di incarichi di lavoro autonomo (di collaborazione coordinata e continuativa o eventualmente libero professionale), di durata non superiore a 6 mesi, prorogabili in ragione delle necessità del piano vaccinale. Al conferimento dell’incarico si procederà in base alle previsioni legislative che saranno adottate, in coerenza con gli impegni assunti nel Protocollo richiamato in premessa, al fine di rimuovere, in via del tutto eccezionale e per il solo tempo strettamente connesso allo svolgimento del piano vaccinale, le incompatibilità previste dai contratti di formazione specialistica di cui al D.Lgs. 368/1999. Del contenuto delle disposizioni legislative prima richiamate si terrà conto anche ai fini della regolazione contrattuale degli incarichi di lavoro autonomo che saranno conferiti”.

“Il bando è riservato a medici specializzandi, sin dal primo anno di corso, abilitati e iscritti all’albo dell’Ordine dei Medici – Chirurghi. Sarà ritenuto requisito preferenziale l’iscrizione a Scuole di specializzazione di Atenei della Regione Emilia Romagna“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.