Quantcast

Nuoto, il piacentino Carini in vasca agli Italiani assoluti primaverili

Riflettori puntati, da oggi fino al 3 aprile, sullo Stadio del Nuoto di Riccione, sede dei Campionati italiani assoluti primaverili che oltre a mettere in palio gli ambiti titoli tricolori, decreterà anche gli atleti che, dal 15 al 23 maggio, rappresenteranno l’Italia ai Campionati Europei in programma a Budapest.

Evento di grandissima importanza per lo sport biancorosso, dato che nella vasca da cinquanta metri di Riccione sarà in gara: anche Giacomo Carini, atleta piacentino tesserato per la Vittorino da Feltre e per il Gruppo nuoto Fiamme Gialle, allenato da Gianni Ponzanibbio che in queste giornate di gare sarà presente a bordo vasca per spronare il forte nuotatore di casa nostra. Carini sarà di scena subito domani nella gara che da sempre rappresenta la sua vera specialità: i 200 farfalla. L’obiettivo del nuotatore piacentino non è soltanto quello di cercare di conquistare un nuovo titolo tricolore, o comunque un risultato prestigioso. Carini, infatti, sta tentando di centrare il tempo utile per qualificarsi alle Olimpiadi, un obiettivo non facile ma che comunque potrebbe essere alla sua portata, dato che già quattro anni fa il nuotatore biancorosso riuscì a fermare il cronometro su un tempo (che poi divenne il nuovo record italiano dei 200 farfalla) al di sotto di quello previsto per andare ai giochi olimpici.

Il programma prevede le batterie di qualifica in mattinata e le finali nel pomeriggio. Il giorno successivo, venerdì 2 aprile, Carini gareggerà nei 100 farfalla, mentre sabato 3 aprile scenderà in vasca nei 200 misti sempre con la stessa formula (batterie in mattinata e finali nel pomeriggio). “Giacomo – commenta il tecnico Gianni Ponzanibbio – si è allenato molto e con lodevole impegno per affrontare al meglio questo appuntamento agonistico. Tutte le tre gare sono importanti per lui, anche se quella dei 200 farfalla rappresenta ovviamente quella su cui sono concentrate tutte le sue attenzioni e aspirazioni. Personalmente sono fiducioso proprio perché ultimamente l’ho visto lavorare e allenarsi con grande intensità, spinto dalle giuste motivazioni. Mi auguro davvero che il cronometro possa premiare i suoi sforzi e il suo encomiabile impegno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.