Quantcast

“Palestre e bar chiusi ma sono consentiti gli assembramenti nelle manifestazioni”

“Appare veramente contraddittorio, a tacere d’altro, il comportamento dei Ministri della salute e dell’Interno. Il ministro Speranza firma infatti l’ordinanza che colloca da lunedì Piacenza in zona rossa, nonostante il fatto che l’indice di diffusione del virus non lo preveda. Al tempo stesso, il Ministro dell’Interno Lamorgese, con circolare a firma del Capo di Gabinetto, prefetto Frattasi – non solo interpretativa, ma estensiva dei contenuti dell’articolo 10 del DPCM del 2 marzo 2921 – consenta di autorizzare manifestazioni sindacali e politiche, come quella tenutasi sabato a Piacenza, con la partecipazione di centinaia di persone, anche provenienti da più Regioni e con i più svariati mezzi di trasporto”.

Così in una nota il parlamentare piacentino Tommaso Foti, vice presidente vicario di Fratelli d’Italia alla Camera. “Insomma – prosegue -: palestre, bar, ristoranti, teatri, cinema, sale di danza, devono per il Governo Draghi restare chiusi perché in essi si potrebbero (ma è pura fantasia) verificare assembramenti. In piazza o per le strade pubbliche, invece, per il governo Draghi si può fare di tutto e di più, a partire dagli assembramenti, questi si fonte di diffusione dell’epidemia. Una vergogna: Speranza e Lamorgese si diano una regolata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.