Quantcast

Più controlli in centro per evitare assembramenti. Statale 45 e stazioni ‘sorvegliati speciali’

Intensificare i controlli delle forze dell’ordine per evitare assembramenti: è il provvedimento adottato al termine dell’ultima seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutasi in videoconferenza il 30 marzo, presieduta dal Prefetto Daniela Lupo, alla presenza del Questore, dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, del Sindaco e Presidente della Provincia di Piacenza nonché dei rappresentanti dei Comuni di Fiorenzuola d’Arda e di Castel San Giovanni.

All’ordine del giorno i controlli durante le festività pasquali anche in funzione di contenimento dell’emergenza epidemiologica, così come raccomandato dalla recente circolare del Ministero dell’Interno. Nella riunione, d’intesa con il Questore e sentiti i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, è stata pianificata – fa sapere la Prefettura – l’adozione di ulteriori misure straordinarie di controllo del territorio con particolare riguardo alla rete stradale (statale 45 della Val Trebbia) e autostradale (caselli A1 e A 21), agli obiettivi sensibili anche in relazione alla festività cristiana e agli altri luoghi di culto delle diverse confessioni, ai mezzi di trasporto collettivo, alle stazioni ferroviarie, ai locali pubblici, alle aree abituale ritrovo di giovani e ai luoghi all’aperto frequentati in occasione delle festività anche in considerazione del rialzo termico primaverile (parchi, giardini, aree pic-nic e Lungo Po) al fine di garantire l’osservanza del divieto di assembramento.

Il Questore, cui è stata demandata la disposizione dei servizi sulla base della pianificazione disposta nel Comitato provinciale per l’Ordine e Sicurezza pubblica, si avvarrà del concorso dell’Arma dei Carabinieri (con particolare riferimento alle Compagnie Carabinieri di Fiorenzuola d’Arda e di Bobbio), della Guardia di Finanza, della Polizia Stradale e Ferroviaria e delle Polizie Locali.
Fermo restando quanto già definito nelle precedenti riunioni di Comitato, è stato deciso di adottare “ulteriori misure straordinarie con particolare riferimento al centro storico del capoluogo, negli orari ritenuti maggiormente critici in termini di affluenza, intensificando ulteriormente i controlli per evitare il rischio di assembramenti, anche involontari, a cura di personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, con il supporto delle Specialità e del Reparto Prevenzione e Crimine della Polizia di Stato, dei militari delle Compagnie di Intervento Operativo (C.I.O.) dei Carabinieri ed in concorso con i servizi disposti dalle Polizie locali del territorio, anche con l’incremento del numero di pattuglie appiedate”.

Il Sindaco di Piacenza e gli altri rappresentanti degli Enti Locali intervenuti hanno assicurato, in un’ottica di collaborazione sinergica, “il pieno supporto delle rispettive Amministrazioni e delle Polizie Locali all’azione di tutela, anche in chiave preventiva, dell’ordine e della sicurezza pubblica nel rigoroso rispetto delle misure anti-contagio”. Tale dispositivo va a rafforzare quanto già deciso nelle precedenti riunioni di CPOSP nell’ottica di una sempre più incisiva attività di prevenzione e controllo del territorio anche in chiave di verifica del rispetto delle disposizioni COVID.

98 SANZIONI IN UNA SETTIMANA – Nella settimana dal 22 al 28 marzo, sono stati realizzati dalle Forze di Polizia statali, nell’ambito delle attività generali di prevenzione e controllo del territorio, 593 servizi con l’impiego di 1294 uomini. Con specifico riferimento alla vigilanza sul rispetto delle normative anti-covid, sono state oggetto di verifica 1.322 persone e 81 attività o esercizi commerciali: 98 le sanzioni accertate a carico di cittadini e due a carico di esercizi commerciali, per violazione norme anti-covid; per entrambi gli esercizi sanzionati è stata disposta la chiusura in via provvisoria. Nel solo fine settimana del 27 e 28 marzo, sono state controllate 315 persone e 31 attività commerciali e sanzionati 35 cittadini e un esercizio pubblico, chiuso in via provvisoria; nei successivi giorni (29 e 30 marzo) sono stati controllati 354 cittadini di cui 12 sanzionate e 16 esercizi commerciali con una sanzione con chiusura provvisoria.

“Colgo l’occasione delle imminenti festività pasquali, ancora connotate dalla pandemia, per rivolgere un ringraziamento agli uomini e alle donne delle Forze di Polizia, delle Istituzioni dello Stato, degli Enti Locali, ai sanitari, al personale scolastico, delle Associazioni, alle OO.SS. e a Voi tutti, cittadini, per il quotidiano comune impegno profuso per contenere la diffusione del Covid – le parole del prefetto Daniela Lupo -. Dopo un lungo anno di restrizioni e sacrifici, siamo provati, insofferenti, ma non dimentichi di ciò che è stato e che non vogliamo si ripeta per noi, per il territorio, per i nostri figli. I vaccini sono una realtà. Così come gli strumenti di sostegno all’economia e alle famiglie, messi in campo dal Governo, dalla Regione, dai Sindaci. Ora più che mai atteniamoci alle regole, osserviamo comportamenti corretti anche e soprattutto durante queste festività, per non vanificare quanto sinora fatto con sacrifici sul piano economico e sociale. Possiamo e dobbiamo farcela. Buona Pasqua”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.