Quantcast

Primi 70 vaccinati all’ambulatorio di prossimità e una torta di ringraziamento

Ambulatori di prossimità, sabato 6 aprile la prima esperienza sul campo a Vernasca. L’equipe di vaccinazione Ausl, insieme ai medici di famiglia della zona, ha potuto allestire un punto di somministrazione nella sala culturale del centro polivalente del Comune. In questo modo, in poche ore, si sono potute vaccinare una settantina di persone.

Gli ambulatori di prossimità – ricorda l’Ausl con un post sulla pagina Facebook – sono rivolti in particolare agli anziani over 80 fragili, con difficoltà sociali o logistiche che rendono faticoso raggiungere i cinque punti vaccinali già attivati sul territorio. Un ringraziamento anche alla signora Maria Pia, che con la sua lettera (e la sua squisita torta) ha commosso gli operatori. Vernasca è solo il primo dei Comuni che si è reso disponibile per ospitare questa soluzione. Soprattutto nelle aree di Montagna e nella Bassa, diverse amministrazioni stanno cercando, insieme all’Azienda, soluzioni utili per venire incontro alle esigenze dei cittadini che hanno problemi di mobilità.

L’idea è quella di individuare locali in cui svolgere, in una o due sedute, un numero consistente di vaccinazioni in stretta collaborazione con i medici di famiglia. L’obiettivo è quello di limitare al minimo gli spostamenti degli over80.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.