Quantcast

Sappe “Buona pensione a Maria Murano, riferimento per polizia penitenziaria e sindacato”

“Maria Murano, sostituto commissario della polizia penitenziaria di Piacenza, è andata in pensione. Pilastro cardine della struttura piacentina, il suo lungo rapporto di lavoro nell’alveo dell’amministrazione penitenziaria ha reso di lei una figura importantissima e di riferimento per tutti i colleghi ed anche per chi in carcere vi è entrato per scontare il suo debito con la giustizia. In tutti questi anni abbiamo avuto l’opportunità di conoscere le grandi doti umane e professionali di Maria, e sin dall’inizio della sua avventura quella di apprezzare l’essenziale “valore aggiunto” che ha arrecato al contesto penitenziario, con grande impegno e di esempio quotidiano”.

Così il Sappe, sindacato in cui Murano ha più volte rivestito incarichi di dirigenza, coglie l’occasione per condividere alcune riflessioni, tracciare un bilancio e ringraziarla “per la sua disponibilità e collaborazione, che ha sempre garantito, per le tante cose fatte insieme e i risultati ottenuti”. “Grazie davvero Maria, per aver reso il nostro contesto più credibile, dando modo ai più giovani di crescere e credere nelle loro capacità – scrive il sindacato in una nota – che hanno incrementato le loro conoscenze, che ci hanno permesso di lievitare sotto il profilo umano e professionale, lasciandoci con un sentimento di orgoglio per avere avuto l’onore di collaborare con tutti, per avere avuto l’onore, nel nostro piccolo e per la tua attività, di aver rappresentato il blasonato Corpo della Polizia Penitenziaria nel modo migliore che potessi farlo”.

“Nel periodo che ha preceduto questo momento si sono alternate speranze e paure, progetti e incertezze. Andare in pensione è un passaggio importante della vita ed è pieno di significati. Ha trascorso intere giornate dedicandosi alle problematiche della struttura piacentina, per la quale sa di aver sacrificato anche una parte della propria vita privata; ha lavorato tantissimo e di lei ne siamo orgogliosi, perché crediamo che abbia contribuito a costruire qualcosa di importante. A Maria Murano verrà offerto un ruolo importante nel sindacato, puntando sul suo entusiasmo e voglia di fare, ringraziandola per il sostegno morale e materiale che ha reso a tutti noi in questi anni, ai suoi gesti spontanei di grande solidarietà, la sua generosità, simpatia e amicizia che ci hanno aiutato a superare momenti difficili. Il suo affetto, ci ha commosso e riempito d’orgoglio”.

“Esprimiamo a Maria Murano – concludono -, a nome di tutti coloro che le hanno davvero voluto bene, il nostro più sincero augurio per un futuro pieno di soddisfazioni. Il momento è critico, le difficoltà sono tante, ma siamo sicuri che le affronterà e supererà con la solita tenacia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.