Quantcast

Pomeriggio da dimenticare per il Piacenza: la Pro Patria vince 3-0

Sconfitta senza appello per il Piacenza, che cade con un netto 3-0 sul campo della Pro Patria. La squadra di Scazzola, priva di alcune pedine importanti, non è mai stata in partita e i padroni di casa, trascinati da un Latte Lath che ha fatto venire gli incubi alla difesa biancorossa, hanno avuto gioco facile imponendo il loro ritmo fin dai primi minuti e chiudendo in vantaggio di due reti il primo tempo. Un rigore a inizio ripresa ha chiuso definitivamente il match. Il penalty calciato fuori da Palma racconta bene un pomeriggio nel quale in casa Piace, al netto del valore degli avversari, non ha funzionato praticamente nulla.

LA PARTITA – Tante assenze per il Piacenza, con gli squalificati Corbari e De Respinis e gli infortunati Libertazzi e Marchi. In difesa gioca Cannistrà, a centrocampo maglia da titolare per Scorza, mentre in avanti nuova chance per Maio con Cesarini e Gonzi a supporto. Partono meglio i padroni di casa e Stucchi dopo cinque minuti è subito chiamato agli straordinari di fronte a Latte Lath, favorito da un errato disimpegno difensivo: grande intervento del portiere biancorosso che nega il vantaggio all’attaccante ivoriano. La Pro Patria fa la partita, il Piace si difende e l’unico squillo arriva con un colpo di testa di Maio di poco alto.

Alla metà del primo tempo ecco però l’uno-due dei lombardi che spacca la partita: al 24′ Kolaj scambia con Latte Lath, entra in area e fulmina Stucchi per l’1-0; passano quattro minuti e arriva il raddoppio con Latte Lath che calcia da posizione defilata sorprendendo Stucchi, inutile il tentativo di salvataggio di Pedone sulla linea. I biancorossi non riescono a reagire e rischiano il tracollo poco dopo quando Brignoli, servito da un Latte Lath sugli scudi, va al tiro da ottima posizione: salva Stucchi in qualche modo. L’attacco del Piace è evanescente e l’unico tiro nello specchio della porta difesa da Greco arriva nel recupero con una punizione di Maio.

Primo tempo da dimenticare e a inizio ripresa Scazzola manda in campo Lamesta per Cannistrà, ma la Pro Patria chiude subito la partita: Latte Lath è incontenibile e si conquista un rigore che poi trasforma. 3-0 e per il Piace è notte fonda. La gara non ha più niente da dire e a certificare la giornata no dei biancorossi arriva anche il rigore sbagliato da Palma, che calcia fuori. Un ko pesante anche in chiave classifica, visto il blitz dell’Olbia in casa della Pergolettese che vale il sorpasso in classifica ai danni del Piace, ora tornato in piena zona playout.

Domenica prossima si torna al Garilli: arriverà l’Alessandria.

SQUADRA FRAGILE, SI TORNA IN ZONA CRITICA – Il COMMENTO di Luigi Carini3-0 all’andata e 3-0 al ritorno. Decisamente la Pro Patria non è alla portata del Piacenza. All’andata la sconfitta aprì una crisi che ci condusse in piena zona play out dalla quale c’eravamo illusi di esserne usciti con le prime partite dell’era Scazzola. Dopo Olbia, però, 2 punti nelle ultime 4 partite ci hanno ricondotti in zona critica, quando si ha davanti un calendario di partite assai impegnative. Il Piacenza ha sicuramente l’attenuante delle assenze importanti, quali Libertazzi e Marchi in difesa e di Corbari a centrocampo, ma ciò non basta a giustificare una prova nel complesso scialba ed inconcludente che, auguriamoci, sia soltanto dovuta ad una giornata storta del complesso, come può succedere, e non ad una certa stanchezza fisica e nervosa dovuta allo sforzo prolungato fatto per uscire da una situazione di crisi pagando, anche, gli impegni prolungati in un ristretto giro di tempo.


Ancora una volta è emersa la fragilità di questa squadra andata in difficoltà solamente con le giocate del tandem Kolaj-Latteh Lath, sicuramente ottimi giocatori, le cui doti hanno avuto modo di brillare soprattutto per la scarsa opposizione da parte dei nostri difensori (vedi principalmente il primo gol). Se la difesa non dà sicurezza, l’attacco non punge e non crea con concretezza e le volte che si è andati alle conclusioni si possono contare neppure sulle dita di una mano. Il rigore sbagliato (maturato piuttosto casualmente) forse avrebbe potuto riaprire una partita che la Pro Patria ha condotto con autorità e controllandola con relativa facilità.

Tatticamente la formazione biancorossa deve trovare il sistema di proteggere meglio la difesa, soprattutto per le vie centrali in fase di interdizione. Dalla metà campo in avanti, poi, si registrano lacune d’impostazione e di rifinitura presenti dall’inizio di campionato.
 In definitiva, occorre innanzitutto recuperare le forze fisiche e nervose, quindi ritoccare lo schieramento recuperando gli assenti di oggi e giocare con quella intensità e determinazione già evidenziate in precedenza.
 Infine, anche a livello di singoli, troppi calciatori hanno giocato al di sotto del loro livello ottimale: anche in questa direzione occorre un immediato recupero.

VIDEO – LE PAROLE DI SCAZZOLA A FINE GARA

SERIE C – 29^ GIORNATA

PRO PATRIA – PIACENZA 3-0

(24′ Kolaj, 28′, 49′ (rig.) Latte Lath)

Pro Patria: Greco, Gatti, Brignoli (51′ Spizzichino), Kolaj (69′ Le Noci), Boffelli, Bertoni, Pizzul, Lombardoni, Nicco (86′ Vaghi), Colombo (86′ Ferri), Latte Lath (69′ Castelli). A disposizione: Mangano, Galli, Compagnoni, Molinari, Cottarelli, Fietta, Masetti. Allenatore: Javorcic.

Piacenza: Stucchi, Tafa, Battistini, Cannistrà (46′ Lamesta), Pedone, Scorza (59′ Miceli), Palma, Simonetti. Cesarini (80′ Renolfi) , Gonzi (69′ Breganti), Maio (69′ Galazzi). A disposizione: Anane, Martimbianco, Suljic, Saputo, Babbi, Visconti. Allenatore: Scazzola.

Arbitro: Maria Sole Ferrieri Caputi della Sezione di Livorno (Assistenti: Sergiu Petrica Filip della Sezione di Torino e Mario Pinna della Sezione di Oristano. Quarto Ufficiale: Matteo Gualtieri della Sezione di Asti).

Ammoniti: Cannistrà, Battistini (Piacenza); Brignoli, Lombardoni (Pro Patria).

Recupero: 2′+4′

LA CRONACA

94′ – Triplice fischio: la Pro Patria supera il Piacenza 3-0. Reti nel primo tempo di Kolaj e Latte Lath, nella ripresa ancora Latte Lath su rigore

90′ – Quattro minuti di recupero

87′ – Giallo anche per Battistini

86′ – Doppio cambio nella Pro Patria: fuori Colombo e Nicco per Vaghi e Ferri

84′ – Conclusione di Miceli a lato

83′ – Gran tiro di Pizzul, Stucchi in corner

81′ – Nel Piacenza entra in campo Renolfi per Cesarini

73′ – Dal dischetto va Palma, pallone a lato

72′ – Intervento su Battistini in area, l’arbitro indica il dischetto

68′ – Nella Pro Patria dentro Le Noci e Castelli, per Latte Lath e Kolaj. Nel Piacenza Galazzi prende il posto di Maio e Breganti di Gonzi

66′ – Bertoni su punizione non trova la porta

64′ – Ci prova Cesarini con un tiro a giro dal limite, conclusione debole tra le braccia di Greco

59′ – Altro cambio nel Piacenza: Scorza lascia il posto a Miceli

55′ – Ancora Latte Lath approfitta di una indecisione difensiva, ma calcia alto

50′ – Primo cambio per la Pro Patria: Spizzichino prende il posto di Brignoli

49′ – Dal dischetto va lo stesso Latte Lath che non sbaglia: 3-0

48′ – Latte Lath incontenibile steso in area, per l’arbitro è rigore

Via alla ripresa: nel Piacenza entra Lamesta per Cannistrà

Fine primo tempo: Pro Patria-Piacenza 2-0, reti di Kolaj e Latte Lath

47′ – Sulla punizione va Maio, conclusione centrale respinta dal portiere

46′ – Giallo anche per Lombardoni, punizione dal limite per il Piacenza

45′ – Due minuti di recupero

44′ – Giallo per Brignoli dopo un duro intervento su Maio

39′ – Proteste dei padroni di casa per un intervento in area del Piacenza, l’arbitro lascia proseguire

38′ – Ammonito Cannistrà per una trattenuta ai danni di Kolaj. Piacenza in evidente difficoltà

35′ – Pro Patria vicina alla terza rete: Latte Lath in area appoggia per l’accorrente Brignoli, para Stucchi in due tempi

31′ – Punizione di Palma dal limite, palla alta di poco ma Greco era sulla traiettoria

28′ – Raddoppia la Pro Patria, Latte Lath da posizione defilata calcia verso la porta, Stucchi non ci arriva e a Pedone non riesce il salvataggio sulla riga. Uno-due micidiale dei padroni di casa

24′ – Pro Patria in vantaggio: scambio Latte Lath-Kolaj, con il numero 11 di casa che entra in area e fulmina Stucchi

20′ – Ancora Piacenza: bella combinazione che manda al tiro dal limite Palma, conclusione alta

19′ – Primo squillo del Piacenza: cross dalla sinistra di Gonzi, colpo di testa di Maio che finisce alto di poco

15′ – Riprende il match

14′ – Problema per l’auricolare del direttore di gara, partita momentaneamente ferma

10′ – Buona partenza dei padroni di casa, il Piacenza si difende

5′ – Occasione Pro Patria favorita da un errore di Pedone, Latte Lath a tu per tu con Stucchi si fa parare la conclusione

Pro Patria-Piacenza

3′ – La prima conclusione del match è di Gatti, tiro senza pretese che si spegne a lato

1′ Via alla gara, palla alla Pro Patria

Pro Patria-Piacenza

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.